Comunicato Stampa: Les Anarchistes in concerto a Roma

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

GIOVEDI’ 6 MARZO
ROMA - VILLAGGIO GLOBALE

LES ANARCHISTES IN CONCERTO
PRESENTANO IL LORO NUOVO ALBUM
“FIGLI DI ORIGINE OSCURA”
OSPITI SPECIALI RAIZ E ANTONELLO SALIS

Sonorità elettroniche, jazz, rock ed etniche che modellano antiche melodie, limpide e cristalline: questa è la musica de LES ANARCHISTES , vincitori del Premio Ciampi 2002 per "Miglior debutto discografico" con “Figli di origine oscura” (distribuzione Storie di Note/Suonimusic), album che presenteranno dal vivo a Roma il prossimo giovedì 6 marzo presso il Villaggio Globale ("Spazio Boario" - Lungotevere Testaccio - ex-Mattatoio – inizio ore 21.30 – ingresso €5,00). La band di Carrara, città simbolo del movimento anarchico italiano, composta da ben 8 elementi (Alessandro Danelli e Marco Rovelli – voci, Nicola Toscano – chitarre, Max Guerriero - tastiere e grooves, Mauro Avanzini – sax alto e flauti, Lauro Rossi – trombone, Booz – basso, Mirko Sabatini – batteria), interpreterà dal vivo con sonorità moderne e nuovi arrangiamenti in chiave folk jazz, noti canti popolari della tradizione anarchica italiana, canzoni di Leo Ferrè, oltre ad alcuni brani originali o ispirati a poesie musicate di Blake e Shelley, tutte canzoni contenute nel loro originalissimo album di esordio. Ad arricchire l’intenso ed suggestivo concerto, la presenza sul palcoal loro fianco di due importanti ospiti: Raiz, celebre voce degli Almamegretta, e Antonello Salis, fisarmonicista jazz tra i più apprezzati in Italia, entrambi affascinati dal progetto musicale de Les Anarchistes, tanto da partecipare anche alla realizzazione di alcuni dei più significativi brani di “Figli di origine oscura”. Canti feroci e fragili quelli de Les Anarchistes, musica dai forti contenuti libertari per chi crede e lotta, oggi più che mai, per un mondo senza oppressori.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.