Comunicato Stampa: Linkin' Park in concerto in Italia

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

LINKIN’ PARK
UNICO CONCERTO ITALIANO

23 FEBBRAIO
ALCATRAZ (MILANO)

I BIGLIETTI SONO DISPONIBILI IN TUTTE LE ABITUALI PREVENDITE A PARTIRE DA:
VENERDI’ 24 GENNAIO

PER ULTERIORI INFO: www.clearchannel.it
E-MAIL: info@clearchannel.it
Oppure: www.ticketone.it

I Linkin’ Park sono uno di quei fenomeni che è difficile spiegare nell’ambito della loro musica popolare. La loro musica piace, al di là di ogni classificazione di genere. Una volta ascoltata, non puoi fare a meno di canticchiare i loro motivi. Se da una parte la band ha solide radici nel metal con ascolti e frequentazioni del genere fin dal liceo, quando tutti i componenti della band si sono conosciuti, dall’altra le loro melodie li hanno proiettati al di fuori del genere. L’ultimo acquisto, il cantante Chester Bennington fa fare loro il salto di qualità. I Linkin Park firmano per la Warner nel 2000 ed iniziano a registrare il loro debutto Hybrid Theory, il nome inizialmente scelto per il gruppo, e poi cambiato per questioni di omonimia. Da subito l’album si rivela frizzante ed accattivante dove le chitarre dure sono il giusto contrappeso ad un cantato rap, ma melodico, e a frequenti interventi di tastiere e sintetizzatori. I Linkin Park stravolgono le regole della composizione. Invece di suonare assieme rifiniscono ossessivamente le loro canzoni al computer finchè non sono perfette. Se pensate che questo causi una mancanza di spontaneità dovete vedere il loro spettacolo dal vivo, dove si dimostrano grandi intrattenitori capaci di attirare la folla dei teenager con cui sono in piena sintonia. Esponenti di un modo attuale di sentire la musica, un po’ di malessere giovanile, ma anche voglia di divertire e di ballare, i Linkin Park hanno successo in virtù di strutture dei pezzi apparentemente semplici che sanno catturare in virtù di ritornelli indimenticabili come quelli dei singoli Papercut, One Step Closer e soprattutto In The End un vero “tormentone”. L’album di debutto, che ha venduto più di cinque milioni di copie nei soli Stati Uniti li proietta ai vertici del rock contemporaneo, capaci come pochi di attirare un pubblico multiforme che passa dall’hip hop al metal al punk al rock melodico.

Il numero per le informazioni al pubblico è cambiato: tel. 02/530061. L'attuale sostituisce per sempre il vecchio numero di Clear Channel (cioè : 02/48702726).

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.