Google, ogni giorno richieste di rimozione di mezzo milione di file 'pirata'

Google, ogni giorno richieste di rimozione di mezzo milione di file 'pirata'

L'ultimo "transparency report" pubblicato da Google rivela che la società di Mountain View riceve quotidianamente oltre mezzo milione di richieste di rimozione di indirizzi Internet che offrono contenuti in presunta violazione dei diritti d'autore, 16.306.700 soltanto il mese scorso. In cima alla lista delle organizzazioni più attive nella richiesta del blocco figura l'associazione dei discografici statunitensi, RIAA, con 3.327.347 in un mese, seguita da quella dei discografici britannici BPI (3.075.660).

Negli Stati Uniti, intanto, l'Internet Service Provider AT&T, un colosso delle telecomunicazioni, ha registrato il brevetto per un software che permette di tracciare tutti i contenuti scambiati in modalità file sharing, al fine sia di smaltire il traffico congestionato sui suoi server che di individuare la circolazione di materiale pirata, con particolare riferimento ai file torrent raccolti da motori di ricerca e altri siti Web. I contenuti verranno raccolti in un database e sarà possibile risalire a chi li ha messi in rete. "Alcuni contenuti possono essere legittimamente acquistati e scaricati dagli utenti attraverso il P2P", ha precisato la società. "Altri, tuttavia, possono essere P2P piratati, illegalmente copiati e distribuiti che violano le leggi sui copyright e riducono gli introiti di produttori e distributori legittimi". Non è ancora noto quando e in che modo AT&T inizierà a utilizzare la nuova tecnologia.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.