NEWS   |   Pop/Rock / 29/06/2013

Margherita Hack, i suoi rapporti con il mondo della musica

Margherita Hack, i suoi rapporti con il mondo della musica

L'astrofisica Margherita Hack, spentasi oggi a 91 anni in seguito ai problemi cardiaci che qualche giorno fa l'avevano costretta a farsi ricoverare d'urgenza nell'ospedale di Cattinara (Trieste), ha avuto nel corso della sua lunga esistenza qualche sporadico contatto con il mondo della musica. Nel 2006 aveva firmato il testo di una canzone, "Questo è il mio mondo", cantata da Stefano Pais e presentata - senza successo - alla commissione selezionatrice del Festival di Sanremo ("Conosco Stefano da parecchio tempo", aveva spiegato nell'occasione. "A lui interessano i miei libri. L'ho fatto per fargli un piacere, non è che a me interessi molto. In fondo mi costava poca fatica, trattandosi dei miei argomenti"). Particolarmente suggestiva la sua partecipazione al videoclip "Alfonsina e la bici" (2010) insieme a Têtes de Bois e Militant A degli Assalti Frontali in cui la si vede anche alle prese con una tromba:





Tra il 2011 e il 2012, la Hack aveva preso parte con Ginevra Di Marco, fiorentina come lei, a "L'anima della terra (vista dalle stelle)", uno spettacolo itinerante di musica e parole dedicato al tema dei rapporti tra uomo e universo da cui è stato tratto anche un docu-film e in cui la scienziata alternava la sua voce e le sue letture alle interpretazioni della cantante già a fianco dei CSI. Nel novembre del 2012, poi, si era impegnata a promuovere "Heliossea", un'opera intermediale per flauti e "live electronics" composta dal triestino Alessandro Grego ed eseguita da Roberto Fabbriciani. "La musica e le stelle", aveva spiegato allora, "sono sempre state associate, si è sempre parlato della ‘musica delle sfere’. Oggi, in realtà, sappiamo che le stelle emettono dei rumori, che il sole emette un fruscio continuo, il vento solare, a cui si sovrappongono dei rumori che indicano lo stato di attività del sole. E in quest’opera, 'Heliossea', si è voluto associare la musica allo stato del cielo: si è voluto accompagnare con la musica il sorgere del sole, dai primi albori, il primo chiarore del cielo, su su fino a che la luce del sole irrompe sull’orizzonte. 'Heliossea' è un’opera in cui abbiamo associate l’astronomia, la matematica e la musica".