Comunicato Stampa: 'Differenze - rassegna musicale di incontri e sonorità in/contemporanee'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Teatro Polivalente Occupato
Viale Lenin, 3 Bologna www.ecn.org/tpo

ASCO’
presenta

dal 1 febbraio a tarda primavera

DIFFERENZE
rassegna musicale di incontri e sonorità in/contemporanee

· 1 febbraio DAEMONIA (ex Goblin)
· 21 febbraio COLLETTIVO BASSESFERE “Eredità dal futuro”
da un’idea di Mirko Sabatini
· 7 marzo ZENI GEVA (Giappone)
· 29 aprile NOMEANSNO (Canada)

Attraversa i linguaggi e fonde eredità dal passato e forza rivoluzionaria del divenire musicale in un unico cartellone, che spazia dall’ hardcore, al punk, il noise, la psichedelia - passando per il jazz - e viceversa (!), DIFFERENZE rassegna musicale di incontri e sonorità in/contemporanee organizzata da Ascò dal 1 febbraio al 29 aprile (ma le date potrebbero aumentare). Sullo stesso palco del Teatro Polivalente Occupato (Viale Lenin, 3 - Bologna www.ecn.org/tpo)), la contaminazione fra generi e periodi diversi di alcuni fra i più interessanti gruppi di lavoro di ricerca e di sperimentazione sonora.
I nomi sono storici e di richiamo come quello dei DAEMONIA (ex Goblin) - è del ‘75 la leggendaria colonna sonora del film di Dario Argento Profondo Rosso - tornati sui palchi dopo 23 anni di assenza, abbinando vecchie sonorità con nuove tecnologie e sempre capitanati dal compositore, arrangiatore, tastierista e produttore discografico Claudio Simonetti.
Il collettivo bolognese BASSESFERE - attivo da oltre 10 anni sui palcoscenici di tutta Europa ogni volta scegliendo forme e percorsi diversi per esprimere un lavoro musicale fortemente contemporaneo - sarà invece impegnato in quest’occasione, da un’idea di Mirko Sabatini, in un approfondimento compositivo sugli Area, una fra le più significative formazioni dell’avanguardia musicale degli anni ‘70, qui rielaborati e riarrangiati da questo davvero notevole ensamble di 9 musicisti.
Arrivano da Tokyo i ZENI GEVA, il devastante trio che dal 1987 ha portato in tutto il mondo la cultura musicale giapponese intrecciandola in un muro di suono con l’hardcore, il noise, fino alla psichedelia. Resi famosi anche per aver supportato i SONIC YOUTH e MIKE PATTON (ex FAITH NO MORE), oltre alle fortunatissime partecipazioni a festival importanti come il Sonar di Barcellona, l’International Art Festival di Mexico City, il All Tomorrow’s Parties U.K. curato da Steve Albini.
Infine le sonorità travolgenti dei NOMEANSNO, senza bisogno di troppe presentazioni, in assoluto uno dei gruppi più conclamati del panorama postcore.

info
www.ecn.org/tpo
www.H2odj.org
Dall'archivio di Rockol - Dieci oggetti feticcio del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.