Roosevelt, Dylan e Grandmaster Flash: insieme nell'archivio sonoro degli USA

Roosevelt, Dylan e Grandmaster Flash: insieme nell'archivio sonoro degli USA
Woody Guthrie e Bob Dylan, Elvis Presley e Aretha Franklin, Ray Charles e Grandmaster Flash figurano tra i giganti della musica americana i cui classici verranno preservati, d’ora in poi, presso il Registro Nazionale della Musica Registrata, istituito nel 2000 dalla Biblioteca del Congresso USA sul modello del preesistente Registro delle opere cinematografiche.
Nel primo gruppo di 50 documenti sonori che il Parlamento americano ha ritenuto meritevoli di passare ai posteri c’è un po’ di tutto, e nei formati più diversi, cilindri in cera, rulli di carta per pianole, 78 giri in gommalacca e dischi in vinile: i canti degli indiani Passamaquoddy registrati sul campo nel 1890 e l’hip hop di Grandmaster Flash (“The message”, 1982, è l’incisione più recente del lotto), “Respect” della Franklin e “The freewheelin’ Bob Dylan”, “Kind of blue” di Miles Davis e “Blue moon of Kentucky” del re del bluegrass, Bill Monroe, “Ko-ko” di Charlie Parker e “Songs for young lovers” di Frank Sinatra, le “Sun sessions” del re del rock and roll e “Vesti la giubba” interpretata da Enrico Caruso. Ma non solo: poiché l’accesso al Registro è riservato ad incisioni sonore significative dal punto di vista storico e culturale, oltre che estetico (e con almeno dieci anni di vita sulle spalle), ecco che l’elenco comprende anche trasmissioni radiofoniche come quelle del Grand Ole Opry, il tempio del country; radiodrammi come il celeberrimo “La guerra dei mondi” di Orson Welles; notiziari come quello che nel 1937 descrisse la tragedia dell’Hindenburg; e discorsi epocali come quelli del presidente Franklin D. Roosevelt (i celebri “discorsi del caminetto” trasmessi per radio), di Dwight Eisenhower alle truppe alleate nel ’44 e di Martin Luther King (“I have a dream”).
Le candidature all’immissione nel Registro le hanno espresse direttamente i cittadini americani: ma la scrematura finale e l’ultima parola è toccata ad un comitato di cui fanno parte tra gli altri l’ex batterista dei Grateful Dead Mickey Hart, il pianista e cantante Michael Feinstein nonché rappresentanti dalla Recording Industry Association of America e del Naras, l’ente che organizza i Grammy Awards. A loro toccherà, in futuro, selezionare le altre testimonianze sonore destinate all’immortalità.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.