Dal Ghana a Mantova, ecco il nuovo rap di Pumy

Dal Ghana a Mantova, ecco il nuovo rap di Pumy

Mai come in questo periodo Pumy è stato pieno di novità e iniziative. Il cantante è nato a Kumasi, in Ghana, il 22 gennaio 1985. I primi mesi di vita li trascorre in Costa D'Avorio con la nonna materna, poi torna in Ghana con la madre. La sua passione per la musica si manifesta già all'età di 7 anni, quando inizia ad ascoltare R&B , hip-hop, jazz e reggae. Poi a 15 anni raggiunge sua madre in Italia. Si trasferisce a Mantova, dove inizia a fare musica spostando la sua attenzione su artisti come DMX, Biggie Smalls, Busta Rhymes e Ludacris. Nel 2004  debutta per la prima volta davati ad un pubblico di 200 persone. Durante la scorsa estate, dopo varie uscite, viene pubblicato il remix di "Show". Pochi giorni fa Pumy ha fondato l'etichetta PIMP (Public Insane Music Production) e si appresta a fare uscire un mixtape intitolato "S.O.S.".

-Prima di tutto vorremmo sapere come ti definisci. Cantante, compositore, artista hip-hop, rapper...tu cosa preferisci?
-Mi piace definirmi rapper, anche se spesso i miei collaboratori in studio mi dicono che potrei anche cantare, ma preferisco non farmi chiamare cantante perchè per me i cantanti sono altri, artisti che hanno delle capacità vocali straordinarie senza avere bisogno di effetti vari.


-I primi quattordici anni della tua vita li hai trascorsi in Africa. Quali sono i tuoi ricordi preferiti di quel periodo?
-Sì più o meno in Africa. Ho tanti bei ricordi, ho imparato tante cose laggiù...come essere un uomo indipendente, dopo la morte di mio papà all'eta' di 11 anni ho iniziato a prendermi tante responsabilità. Musicalmente parlando, l'Africa come l'America mi ha influenzato moltissimo.


-Ci sono anche delle cose, del tuo lungo periodo africano, che non ti sono piaciute? Se sì, quali?
-Sì tante purtroppo, la politica è troppo pro multinazionali, la mancanza di autostima in certe persone al governo...ma mi dicono che negli ultimi anni le cose sono cambiate in meglio...per fortuna.

-Cosa pensi ti sia rimasto dentro, del tuo Continente?
-Mi è rimasta dentro la forza combattitiva, gli africani non mollano mai, sono sempre in cerca di sistemazioni migliori...e tutto questo mi ha fatto diventare molto ambizioso.












-Quando hai raggiunto tua madre a Mantova all'età di 15 anni, cos'hai sinceramente pensato della città e del nuovo ambiente?
-Eh heh sinceramente ero molto triste all'inizio...i primi mesi c'era solo nebbia...una cosa che non avevo mai visto.


-E' stato facile integrarti?
-L'integrazione in Italia non è mai facile per nessuno, soprattutto se arrivi da un Paese anglosassone è molto dura lì... però avendo già vissuto in due culture ce l'ho fatta in poco tempo...mi sono fatto subito delle amicizie giocando a calcio ma molto anche a scuola.

-Il tuo primo lavoro in ambito musicale quale è stato?
-Il mio primo lavoro ufficiale è stato nel 2008 con il mio ex gruppo. La canzone si intitolava  "Muovilo".


-E' corretto dire che, almeno in un certo senso, il rap a Mantova l'hai portato tu?
-Eh, su questo non sarebbero d'accordo in tanti ma posso dire che sono stato uno dei primi in assoluto  a portare il rap in piazza, addirittura il mio primo concerto è stato ad una festa di paese con almeno 200 spettatori, a Porto Mantovano dove abitavo da piccolo, in quella occassione ho anche dato la possibilità di fare esibire alcuni artisti che erano ai loro primi passi a Mantova.


-Quanti lavori hai fatto uscire ad oggi tra mixtape, singoli o EP?
-Per quanto riguarda i singoli ho fatto uscire con il mio ex gruppo nel 2007 "G.o.b" e "Get off" nel 2007, poi nel 2008 "Muovilo", "Vita da star" e "Tira su le mani". Nel 2010 è uscito il primo video ufficiale, quello abbinato a "Muovilo". Nel 2011 è poi stata la volta di uno degli ultimi lavori del gruppo, "Light's on me", con il suo video. Nel 2012 ho intrapreso la carriera solista uscendo con il mixtape "T.T.D.T Vol.1", sono stati pubblicati 3 singoli, ognuno con un video, tutto nello stesso anno.

-Parlaci del video bannato da TouTube. Cos'è successo esattamente?
-Il video di cui stiamo parlando è "Show". E' stato censurato su YouTube perché sono stati fatti del reclami da parte di qualcuno su certe scene considerate "oscene". Un mese dopo la censura ho ricaricato il video sullo stesso network ed anche Vimeo, ma ora ha perso il suo fascino ed il pubblico fa fatica a trovarlo purtroppo.


-Infine parlaci di tutto ciò che hai in ballo al momento
-Ok, per le serate sono previste delle date, il 29 giugno in Piazza Virgiliana a Mantova verso tardo pomeriggio e poi verso mezzanotte al Mooby Club a Castellucchio (MN). L'ultima serata in ballo sarà il 5 o il 12 ottobre al Daiquiri a Castel D'ario (MN), dove non sarà un semplice live ma un vero show con tante attrazioni sul palco. Prossimamente esce anche il nuovo mixtape intitolato "S.O.S (Steps of strangers)", un lavoro interamente studiato insieme al mio socio russo Blacksnow, infatti il mixtape non è solo di Pumy ma di tutti e due: "Pumy & Blacksnow present S.O.S.". Il primo singolo esce a fine giugno, i beats del disco sono tutti di giovani produttori russi ed il mixaggio e master sono della nostra etichetta P.I.M.P (Public Insane Music Production) che è la label messa su da me, Blacksnow, Flame e Dj Mike. Il secondo e terzo singolo del mixtape escono con dei video, una specie di minifilm. Oltre a tutto questo grande lavoro sto preparando altri nuovi da solista per fine anno con le collaborazioni di artisti R&B, reggae e pop.


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.