Usa, discografici e editori insieme per una piattaforma di 'micro licenze'

Discografici ed editori musicali americani stanno sviluppando assieme una piattaforma per il rilascio rapido e semplificato di "micro licenze" che consentano a soggetti estranei al music business di utilizzare il loro repertorio legalmente e a pagamento: l'obiettivo è quello di generare dall'attività di licensing ricavi addizionali sfruttando sacche e nicchie di mercato finora trascurate. "Stiamo parlando dello sviluppatore di una app che vuole usare un frammento musicale come sfondo, di chi fa video ai matrimoni e vuole includervi della musica, oppure della società che vuole organizzare presentazioni musicali in occasione di meeting aziendali", spiega Cary Sherman, presidente e amministratore delegato della Recording Industry Association of America (RIAA) che con la National Music Publishers' Association (NMPA) promuove ll'iniziativa. "Molti utilizzi di musica avvengono ancora senza autorizzazione, e sotto molti punti di vista si tratta di opportunità sprecate, e di introiti perduti", ha dichiarato Sherman a Billboard. "Il fatto che oggi moltissime imprese e individui usino la musica per rafforzare i loro prodotti, i loro servizi e i loro eventi ne dimostra il valore intrinseco".

Il presidente della RIAA ammette tuttavia che "finora non abbiamo fatto un bel lavoro per facilitarli. Ma ora la tecnologia rende possibile offrire licenze facili da ottenere per tutta la nostra musica e per ogni genere di utilizzo, creando un mercato che potrebbe significare molti milioni di dollari di nuovi introiti ogni anno". "La cosa importante", ha concluso Sherman, "è che etichette ed editori stanno sviluppando insieme questa opportunità".

Music Biz Cafe Summer: piattaforme Web e diritti
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.