Svaligiata la villa di Gigi D'Alessio

Svaligiata la villa di Gigi D'Alessio

E' di circa 2 milioni di euro il bottino del furto subìto da Gigi D'Alessio e Anna Tatangelo. Ignoti ladri hanno asportato, la notte dello scorso 4 giugno con la notizia che è trapelata solamente oggi, tra le altre cose "una collezione di orologi, contanti e preziosi". Il furto è stato consumato presso la villa romana, all'Olgiata, di Gigi e della moglie Anna Tatangelo. "Siamo devastati! Essere derubati della propria serenità nel posto in cui dovresti sentirti più sicuro, è terribile! Speriamo passi presto", ha postato Anna via Twitter. Come riporta "Il Messaggero", "i ladri devono avere studiato il piano nei minimi particolari. Si sono introdotti da una finestra e sono riusciti a disattivare il sistema d’allarme che protegge la villa. Una volta all’interno hanno attaccato la cassaforte che sono riusciti ad aprire. Il forziere conteneva un vero tesoro in gioielli e contanti anche se la cifra sarebbe ancora da quantificare".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
26 dic
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.