NEWS   |   Industria / 23/01/2003

Midem, annunciato per marzo il Digital Download Day europeo

Midem, annunciato per marzo il Digital Download Day europeo
Come trasformare quattro milioni e mezzo di Web surfers in clienti affezionati dei servizi di download legali e quasi un miliardo di file piratati in un business redditizio per l'industria musicale? Le case discografiche, insieme alla OD2 di Peter Gabriel (vedi News), cercano il modo di stuzzicare gli utenti della rete abituati a smanettare su KaZaA e sugli altri siti "pirata" di file sharing. E così replicano il “Digital Download Day” già lanciato in Gran Bretagna nell'ottobre scorso (500 mila utenti registrati, da dati ufficiali), allargando questa volta la promozione on-line ad altri paesi europei, Italia, Francia, Germania, Spagna e Olanda: per una settimana a partire dal 21 marzo prossimo, giorno inagurale dell'offerta speciale, i navigatori appassionati di musica potranno spendere a piacimento un “voucher” gratuito del valore di 5 euro per ascoltare in streaming o scaricare dalla rete i brani preferiti, scegliendo tra i 150 mila file audio digitali già messi a disposizione da tutte le più importanti case discografiche, major e indipendenti (dal consorzio manca però la Sony Music): 8.500 gli artisti coinvolti dall'iniziativa, tra cui Eminem, Robbie Williams, Dido, Shania Twain, Norah Jones. Chi si collegherà in rete potrà decidere se scaricare sul pc singoli brani (al prezzo di 0,16 euro ciascuno) o interi album e compilation (2 euro l'uno); se vorrà invece procurarsene una copia su CD-R dovrà pagare un prezzo aggiuntivo, spendendo tra i 0,99 e gli 1,50 euro a brano.
“Quali sono i vantaggi? Qualità eccellente di riproduzione, nessun rischio di contrarre virus informatici, assenza di 'pop ups' e banner pubblicitari indesiderati, problemi che ben conosce chi utilizza i servizi peer-to peer: se li incoraggiamo a provare, gli appassionati di musica si accorgeranno della differenza, oggi che l'accesso ai servizi legali è dieci volte più economico di due anni fa”, ha spiegato Charles Grimsdale, socio di Gabriel nella società di distribuzione digitale OD2, presentando il Digital Download Day Europe al Midem di Cannes(accanto a lui, il presidente della federazione dei discografici IFPI Jay Berman, il responsabile new media della EMI Ted Cohen, la parlamentare europea Arlene McCarthy e il cantautore/compositore Geoffrey Williams).
Gli interessati, ha spiegato Grimsdale, potranno fare richiesta preventiva del “voucher” preregistrandosi presso il sito www.digitaldownloadeurope.com. Negozi virtuali e portali Web, partner abituali di OD2, appoggeranno l'iniziativa rendendo disponibili i brani ai propri clienti: tra questi, accanto a MSN, HMV, Wanadoo, Ministry Of Sound, Freeserve, AlaPage e dotmusic figura anche l'italiana Tiscali, finita nell'occhio del ciclone qualche mese fa per un criticatissimo accordo di collaborazione commerciale stipulato con i “pirati” di KaZaA (vedi news). “In effetti – ha confessato Grimsdale a Rockol – è stato tutt'altro che facile convincere le case discografiche a collaborare con l'azienda italiana. Come ci siamo riusciti? Bisognerebbe chiederlo a Tiscali...” Rockol ci ha provato: per il momento senza successo.