Usa, Clear Channel paga ai Fleetwood Mac i 'passaggi' sulle radio via etere

Usa, Clear Channel paga ai Fleetwood Mac i 'passaggi' sulle radio via etere

Negli Stati Uniti, a differenza di quanto succede in molti altri Paesi (Italia inclusa), non esiste l'obbligo di pagare una royalty a un artista e a una casa discografica ogni volta che una canzone viene trasmessa via etere da una radio. Alcuni importanti gruppi del settore, a cominciare dal leader di mercato Clear Channel, stanno tuttavia cominciando a farlo in cambio di clausole considerate più accettabili per quanto riguarda i pagamenti relativi alla trasmissione dei brani online (percentuali calcolate non sui singoli passaggi delle canzoni ma sul volume complessivo degli introiti pubblicitari). E proprio il colosso diretto da Bob Pittman, dopo avere siglato con undici etichette indipendenti - Big Machine (Taylor Swift), Glassnote (Mumford & Sons), eONe, DashGo, Robbins Entertainment, Naxos, rpm Entertainment, Wind-up Records, Fearless Records, Zojak Records e Dualtone - accordi che bypassano l'organizzazione di categoria SoundExchange, compie ora un altro passo avanti, accordandosi direttamente con i Fleetwood Mac per i pagamenti relativi alla messa in onda sulle sue 850 stazioni radio via etere dei brani contenuti nell'EP "Extended Play".

Mentore dell'operazione è Irving Azoff, manager del gruppo e allo stesso tempo membro del consiglio direttivo di Clear Channel: "I Fleetwood Mac sono sempre stati degli innovatori", ha dichiarato alla stampa. "Hanno saputo creare nuove sonorità, hanno fatto musica che sembra concepita apposta per la radio e hanno sempre guardato all'industria da punti di vista inediti. E' giusto che sia un gruppo che ha svolto un ruolo così essenziale nella radio e nella storia della musica a fare per primo questo grande passo, aiutando l'industria musicale a creare un mercato digitale sostenibile su cui possa prosperare nei decenni a venire".

"Raggiungere questo tipo di accordo con i Fleetwood Mac è il segnale più chiaro, finora, che questo modello di spartizione dei ricavi rappresenta il futuro dell'industria, una situazione che avvantaggia tutti: artisti, fan e industria musicale", gli ha fatto eco Pittman. "Vogliamo aiutare il gruppo a portare le sue canzoni di successo ai fan utilizzando qualunque tipo di piattaforma o di dispositivo in cui desiderino trovarli".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.