Bloc Party, dopo l’estate la band si ferma (di nuovo)

Bloc Party, dopo l’estate la band si ferma (di nuovo)
Questa volta la rottura potrebbe essere anche quella definitiva. I Bloc Party hanno infatti comunicato la loro volontà di prendersi una pausa a tempo indeterminato subito dopo l’estate, ovvero al termine delle date che li vedranno impegnati in numerosi festival (tra cui Istanbul Calling, Isle Of Wight e Exit).
A rivelarlo è stato il chitarrista Russell Lissack in un’intervista a Postmedia News: “Ci prenderemo del tempo per staccare subito dopo l’estate. Non so dire quanto sarà lungo, potrebbero essere sei mesi, un anno o due anni, è difficile capirlo al momento. Inizieremo ognuno a dedicarci a progetti solisti e prenderemo tutto il tempo necessario per focalizzarci su essi.”
Che qualcosa si fosse rotto nei rapporti tra i componenti della band capitanata da Kele Okereke non è una novità. Già dal 2009 al 2011 la band inglese si fermò per gli stessi motivi e quando tutti ipotizzavano lo scioglimento, ecco il ritorno per dare alle stampe l’ultimo album “Four”. Ma le cose non sono mai andate lisce come agli inizi, lo stesso Kele affermò: “Le cose vanno meglio. Non molto meglio, ma un pochino meglio”.
Ora una nuova crisi. “Siamo come le montagne russe” – ha spiegato Lissack – “ci sono picchi altissimi e discese ripide. Facciamo uno show incredibile e siamo alle stelle, il giorno dopo per una cosa futile ci odiamo tutti”.
Non resta che rimanere in attesa di vedere gli sviluppi della vicenda, anche perchè solo un mese fa la band aveva annunciato l’uscita di un EP per la fine dell’estate contenente alcuni brani inediti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.