Dal 2003 un sostegno ministeriale per il MEI?

Dal 2003 un sostegno ministeriale per il MEI?
Un patrocinio del Ministero dei Beni Culturali per il MEI, il meeting faentino delle etichette indipendenti che in sei anni di vita è diventato un polo di riferimento imprescindibile per la scena “indie” nazionale: se n’è parlato nel corso di un incontro che mercoledì scorso, 15 gennaio, i responsabili dell’organizzazione hanno avuto con l’on. Nicola Bono, sottosegretario al dicastero con delega per le attività musicali. Il riconoscimento ufficiale e il sostegno da parte del ministero, così come richiesto dai rappresentanti del MEI Giordano Sangiorgi, Luca Fornari e Luca Stante, potrebbero già arrivare in occasione della prossima edizione della manifestazione, in programma il 29 e 30 novembre 2003. Bono si è anche dichiarato disponibile ad accogliere progetti e proposte che promotori del festival e aderenti all’Audiocoop (coordinamento delle etichette indipendenti) vorranno presentare a proposito della legge sulla musica in via di formulazione; sullo stesso argomento, la delegazione del MEI ha anche ribadito la richiesta di essere ascoltato dalla Commissione Cultura del Parlamento presieduta da Ferdinando Adornato, che in questi giorni sta proseguendo le consultazioni in materia (alle audizioni sono intervenute nei giorni scorsi varie associazioni di categoria del settore musicale, come Vendomusica e Assortisti/Confesercenti).
Il sottosegretario Bono ha rassicurato i suoi interlocutori sul fatto che la legge conterrà norme a tutela e promozione delle piccole imprese che operano nel settore discografico indipendente.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.