Vasco Rossi torna sul palco: 'Il rock in Italia sono io' - la videointervista

Vasco Rossi torna sul palco: 'Il rock in Italia sono io' - la videointervista

Arriva su un furgoncino dai vetri oscurati, mente fuori dallo Stadio Olimpico di Torino un paio di fan urlano il suo nome. Mette la testa fuori dal tettuccio - "Sembra la papamobile", si sente dire da un collega - poi esce a favore di telecamere, con il telefonino in mano: cappellino all'indietro, occhiali da sole, sorriso stampato in faccia. "Siamo collegati in streaming",invertendo i ruoli tra chi riprende e chi è ripreso.
Vasco Rossi sta bene, benissimo: lo abbiamo incontrato ieri in una pausa delle prove che preludono al suo ritorno sul palco dopo due anni - con tutto quello che c'è stato in mezzo, e che ora è passato. Sette concerti che iniziano domenica 9 proprio a Torino e termineranno il 26 a Bologna, su un palco da 70 metri, profondo 21 più 13 di passarella e un gigantesco triangolo che dice semplicemente "Vasco". Ce lo ha mostrato in anteprima e ci ha raccontato il motto di questo giro di concerto: "Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a ballare".

Il tour, come ci ha raccontato Vasco, riparte esattamente da dove si era interrotto nel 2011: 22 canzoni in scaletta + un medley: la stessa struttura con qualche novità - a partire dall'ultimo singolo "L'uomo più semplice" più l'aggiunta di alcuni brani storici "che sembrano scritti oggi", come ci ha spiegato lui stesso.



Contenuto non disponibile



"Il mio progetto a lungo termine è rimanere vivo, sano e lucido fino alla fine di giugno", scherza. Ma Vasco ci ha raccontato cosa vuol dire essere rockstar secondo lui (e perché si era dimesso da quel ruolo - anche se "le dimissioni non sono state accettate") - la differenza tra le rockstar italiane e quelle straniere, cui non abbiamo nulla da invidare: "Il rock in Italia sono io!", dice. Poi spiega la differenza tra suonare in studio ("mi annoio, in studio", ammette) e su un palco, da cui la scelta di diversi musicisti per le due situazioni: dopo avere inciso "L'uomo più semplice" con nuovi musicisti, sarà in tour con la band storica: Matt Laugh alla batteria e Claudio Golinelli al basso, Alberto Rocchetti alle tastiere, Frank Nemola a programmazione e fiati, Andrea Innesto al sax, Clara Moroni ai cori e alle chitarre Steff Burns e Maurizio Solieri.

 

Dall'archivio di Rockol - Le prove del tour negli stadi a Rockisland: la videointervista
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
13 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.