Comunicato Stampa: Massimo Zamboni presenta 'Emilia parabolica - Qua una volta era tutto mare'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Sabato 11 gennaio 2003 ore 16.00
Presso la nuova Biblioteca Comunale di Carpineti (RE) in via G.Pastore

Presentazione del libro

EMILIA PARABOLICA - Qua una volta era tutto mare
di Massimo Zamboni

A cura di Alberto Zanetti
Con la partecipazione dell'autore

Un evento realizzato dal Comune di Carpineti - Assessorato alla cultura

Massimo Zamboni è nato nel 1957 a Reggio Emilia. Eredita due linee di sangue dai nonni: una dalla pianura più bassa e codificata, Brescello (Don Camillo & Peppone), una dal paese più alto dell'Appennino, Monteorsaro, e questo confluire ne spiega la sostanziale plurischizofrenia. Che riverserà in musica fondando i CCCP - Fedeli alla Linea e più tardi il Consorzio Suonatori Indipendenti, CSI. Ora fa il contadino ipotetico, compone colonne sonore per il cinema, scrive, ci ragiona su. Emilia Parabolica è il suo secondo libro, dopo In Mongolia in retromarcia uscito nel 2000 per giunti.
Il libro esce per Fandango, la dinamica casa di produzione cinematografica di Domenico Procacci che negli ultimi anni ha realizzato alcuni dei più importanti film italiani e non solo, fra cui, tanto per fare alcuni nomi, Radiofreccia di Luciano Ligabue, L'ultimo bacio di Gabriele Muccino e L'imbalsamatore di Matteo Garrone.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Massimo Bonelli (iCompany, Concerto del Primo Maggio)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.