UK: nel primo trimestre del 2013 aumento della pirateria informatica

UK: nel primo trimestre del 2013 aumento della pirateria informatica

Secondo un'indagine condotta dalla Ofcom, l'autorità indipendente regolatrice per le comunicazioni britannica, la pirateria informatica ai danni di opere musicali e cinematografiche ha conosciuto oltremanica un'impennata nei prime tre mesi del 2013: nello specifico, il volume delle opere scaricate illegalmente dalla Rete nel Regno Unito sarebbe cresciuto di due punti percentuali se confrontato con quello del trimestre precedente, l'ultimo del 2012. Un dato che, tutto sommato, non indica un peggioramento delle abitudini dei navigatori, considerando come la percentuale di utenti del Web, nello stesso periodo e nella stessa nazione, sia cresciuta del 3%.

Nel dettaglio, la musica rimane il contenuto più piratato: dei 386 milioni di file scaricati infrangendo il diritto d'autore, ben 280 sono canzoni. "Gratis, comodo e veloce", sono le ragioni addotte dagli sharer - a detta del sondaggio - per giustificare il proprio orientamento. In genere, il 30% di chi fruisca, oltremanica, per mezzo della Rete musica, film o serie televisive lo fa illegalmente: tuttavia, è da segnalare come solo il 26% di chi si autodefinisca un "grande consumatore" di musica si rivolga a canali pirata. In netto calo, ha evidenziato l'indagine, il ricorso a server che ospitino sulla propria piattaforma contenuti illegali, come Pirate Bay, ai quali si rivolge ormai solo il 5% degli utenti fuorilegge: al fronte di un'assoluta parità tra i sessi (rappresentati in parti uguali del 50%), il 68% dei fruitori "abusivi" di contenuti protetti da diritto d'autore ha meno di 34 anni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.