‘Our best years are behind us’, il nuovo disco degli Sugar Ray

“I nostri anni migliori, sono dietro di noi”, questo recita “Our best years are behind us”, titolo definitivo del nuovo album degli Sugar Ray, la cui uscita è prevista per la prossima primavera.
“Questo titolo”, racconta Mark McGrath, voce del gruppo, “è nato per scherzo e doveva essere provvisorio. Alla fine, però, visto che piaceva a tutti, è rimasto ed è diventato il titolo definitivo del nuovo lavoro”. Il nuovo album, che vede il ritorno alla produzione di David Kahne (vedi News), si preannuncia diverso dal precedente “Sugar ray”, ultimo disco della band, pubblicato nel 2001 (vedi News).
“Il nostro stile”, spiega il cantante, “si è evoluto in questo tempo. Abbiamo lasciato un bel po’ delle vecchie cose e delle atmosfere pesanti che caratterizzavano il suono degli Sugar Ray, e abbiamo preso una nuova direzione, più leggera e di più ampio respiro”.
Fonte d’ispirazione per le nuove canzoni, è stato l’album “Rock steady” dei No Doubt, come ammette lo stesso McGrath: “Un riferimento importante per noi è stato ‘Rock steady’, un gran bell’album davvero, divertente e bene scritto”.
Da notare, inoltre, la collaborazione dei Neptunes, produttori statunitensi di grande successo (vedi News), che hanno contribuito alla realizzazione del singolo “Here she comes”. Anche se il cantante degli Sugar Ray è pronto a scommettere che sarà un altro brano, “Heaven”, il successore del fortunato “Every morning”: “’Heaven’ è il racconto di un ragazzo solo. Un giorno, incontra una ragazza. La ragazza incontra lui. Il ragazzo va in paradiso. E la ragazza va in paradiso con lui. Che cosa c’è di più bello? I versi delle strofe, cupi e malinconici, precedono un grandioso e potente ritornello che introduce al ‘paradiso’”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.