Steve Lillywhite: 'La voce di Axl Rose? Come due dita in gola'

Steve Lillywhite: 'La voce di Axl Rose? Come due dita in gola'

Con un palmares di collaborazioni a dir poco impressionante - i suoi servigi sono stati concessi a, tra gli altri, gente del calibro di Morrissey, Peter Gabriel, Dave Matthews Band, Phish, Rolling Stones, R.E.M. e U2 - Steve Lillywhite è uno dei produttori più apprezzati sulla scena rock internazionale: e, proprio in virtù del suo status, fu tra i convocati da Axl Rose per assemblare il pluririmandato "Chinese democracy", album dei Guns N' Roses che - nel gergo rock - è diventato sinonimo di prova in studio dalla lavorazione infinita (e - a spese dell'etichetta - costossisima).

"Fui chiamato da Axl Rose a Los Angeles", ha raccontato il producer nel corso di un'intervista concessa all'emittente radiofonica californiana KROQ: "Mi invitò a mangiare sushi, poi mi accompagnò in studio per farmi sentire dei provini e suonarmi gli strumentali di alcuni brani. Dopo aver ascoltato le prime cose già pensai: 'Chissà perché ha pensato a me per farsi produrre il disco?'. Poi gli chiesi: 'Ok, ma hai anche qualcosa di cantato da farmi sentire?'. Lui rispose: 'Certo, ho una canzone'. La fece partire, e io pensai: 'Dio mio, avevo dimenticato quanto odiassi la sua voce'. Mi spiace: so che per certa gente Axl come cantante è il massimo. Per me, invece, è come due dita in gola. Niente di personale, sia chiaro: lui è una persona molto gentile. Finita la serata, ha pagato il conto e mi ha riaccompagnato in albergo. La mattina dopo il suo manager mi ha chiamato: 'Steve, sei dei nostri! Axl pensa che tu sia fantastico'. Io gli risposi: 'Scusami, ma non credo di essere la persona adatta per questo lavoro'. E me ne andai".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.