Hirai (Sony): 'Il 20 % della divisione entertainment in Borsa? Ne discuteremo'

Hirai (Sony): 'Il 20 % della divisione entertainment in Borsa? Ne discuteremo'

Il suggerimento di Daniel Loeb, chief executive officer dell'hedge-fund Third Point LLC e azionista di Sony Corp che con una lettera indirizzata all'amministratore delegato Kazuo Hirai, la settimana scorsa, suggeriva alla multinazionale giapponese di collocare in Borsa fino al 20 per cento della sua divisione entertainment (cinema, tv e musica, Sony Music inclusa), sembra suscitare attenzione nei quartieri generali della società a Tokyo. Tanto che la proposta, ha spiegato alla stampa lo stesso Hirai, verrà discussa prossimamente dai vertici aziendali, in tempi e scadenze che tuttavia non sono state rivelate. "E' una cosa che sarà deliberata dal cda e daremo una risposta", ha dichiarato l'ad Sony ai reporter dopo che la società, in un primo momento, aveva replicato di non essere interessata allo spin off di un ramo produttivo considerato strategico per lo sviluppo dell'impresa. "Abbiamo appena iniziato a studiare la questione", ha continuato Hirai. "E' una proposta importante che arriva da un nostro azionista, e con ognuno di essi cerchiamo di avere sempre un dialogo costruttivo".

Secondo Loeb, che controlla circa il 6 per cento delle azioni Sony, il denaro ricavato dalla vendita potrebbe essere utilizzato per investire nella ripresa della divisione elettronica di consumo della società, da tempo sofferente in termini di risultati e per la quale il nuovo amministratore delegato, in carica da un anno, sta delineando un riposizionamento strategico fondato sui dispositivi mobili, sui giochi e sul settore dell'imaging (ma anche sull'introduzione nel mercato di nuovi televisori maxischermo ad alto prezzo).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.