Rihanna fa causa a catena di negozi per maglietta 'rubata': 5 milioni

Rihanna fa causa a catena di negozi per maglietta 'rubata': 5 milioni

Rihanna, la cui situazione sentimentale sembra essersi complicata negli ultimi giorni, e c'è chi dice che il fidanzato Chris Brown sia tornato con la ex, ha fatto causa a una catena di negozi. E che catena: sebbene semisconosciuta in Italia, Topshop in Gran Bretagna è una potenza con oltre 300 punti vendita. Oggetto della contesa è una maglietta. Possibile andare in tribunale per una semplice t-shirt? Sì, visto che il capo d'abbigliamento, ovviamente con l'immagine della cantante, è stato messo in vendita da Topshop, il cui presidente è Philip Green, amico personale di Kate Moss, senza il benestare dell'interessata. Rihanna, secondo quanto riporta il "New York Post", dopo non aver raggiunto un accordo extragiudiziale ha deciso di adire le vie legali e avrebbe chiesto 5 milioni di dollari per danni. Topshop, a quanto pare, ha pagato il fotografo che ha scattato la foto e poi ha ritenuto di aver adempiuto a tutti i doveri. Per RiRi, che evidentemente non avrebbe bisogno di qualche milione in più, sarebbe una questione di principio. E così, impuntata, avrebbe deciso di rivolgersi ad un tribunale di Londra.




Contenuto non disponibile








Ieri al cantante ha rivelato, via Instagram, che il suo prossimo video, relativo al singolo "Pour it up", sarà girato entro una settimana.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.