Studio, 'Someone like you' di Adele fa passare la paura di volare

Studio, 'Someone like you' di Adele fa passare la paura di volare

Cuore a mille, mani sudate, la sensazione che succederà qualcosa di brutto. Il decollo, si sale, ad ogni scossone il pensiero che è questione di secondi prima di cose atroci. La paura di volare è più diffusa di quanto si immagini, solo che pochi la confessano per non fare una figuraccia. Ora però, secondo uno studio commissionato da Spotify, si scopre che una canzone funziona a meraviglia per combattere o comunque arginare questa paura: è "Someone like you" di Adele. Che, se ascoltata in volo, contribuisce a controllare l'ansietà. Angela Watts di Spotify ha affermato: "Tutti noi abbiamo un rapporto personale ed emotivo con la musica, quindi non sorprende il potere che essa ha quando si parla di controllo dell'ansietà". Gli psicologi ritengono che il tempo del pezzo, 67 bpm (battiti per minuto), equivalenti all'adagio mentre da 76 in poi si passa all'andante, aiuti a ridurre lo stato ansiogeno; in pratica, con un pezzo simile, se si respira a tempo le pulsazioni cardiache tendono a ridursi e la pressione sanguigna a scendere. "L'ansietà derivata dal viaggio è causata da pensieri irrazionali, in cui la minaccia è esagerata o inappropriata", ha riferito la dottoressa Becky Spellman della Private Therapy Clinic di Londra. Tra le altre canzoni indicate per la paura di volare: "Buffalo soldier" di Bob Marley, "Inside out" di Britney Spears e "Flaws and all" di Beyoncé.




Contenuto non disponibile







All'inizio del mese scorso Official Charts Company ha riferito che "Someone like you" in Gran Bretagna è la canzone più scaricata della storia con 1.460.000 unità mosse.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.