'La surprise de l'amour', il nuovo singolo di Viola Valentino

'La surprise de l'amour', il nuovo singolo di Viola Valentino
Torna Viola Valentino con il nuovo singolo “La surprise de l’amour”, nei negozi dalla fine di novembre su etichetta Quazim (distribuzione Sony Music).
La voce della ex indossatrice Virginia Minnetti, in arte Viola Valentino, trova un’enorme ed immediata popolarità nel 1979 quando l’interprete debutta con il primo singolo “Comprami” (un grande successo, 700.000 copie vendute). Da allora, Viola Valentino ha pubblicato numerosissimi singoli e album, collaborando con autori di nome come Cristiano Minellono, Maurizio Fabrizio, Guido Morra, Mogol, Gianni Bella e Riccardo Fogli, suo marito per vent’anni.
“Gli anni ’80, in cui sono nata artisticamente” ricorda Viola – “sono stati gli anni del disimpegno musicale; anni in cui si guardava più all’estetica che ai contenuti e in cui molti artisti prestavano la propria immagine ad una voce. Eravamo appena usciti da un decennio caldo, di impegno politico; la gente probabilmente aveva bisogno di quel tipo di canzoni, volutamente poco impegnate, molto soft, anche se, magari, ironiche e taglienti. Io stessa ho cantato ‘Comprami’, in cui si scherza su una certa idea di donna-oggetto,con un riferimento al sociale ben preciso, ma anche ‘Romantici’ il cui testo, scritto da Guido Morra, tra le righe conteneva espliciti rimandi alla mentalità di sinistra. Poi ho cantato ‘Sola’, una semplicissima canzone d’amore; ma anche testi molto più stupidi come ‘Sei una bomba’ che pure ha venduto 400.000 copie!”. “Mi sono divertita anche” continua la cantante “a sperimentare nuove sonorità; il mio terzo album ‘Angelo’, del 1985, scritto da autori di tutto rispetto come Giancarlo Lucariello e Maurizio Fabrizio, era una proposta ardita, dai testi decadenti e dalle musiche futuristiche; così come “Estasi”, singolo etnico dalle sonorità indiane, uscito nel 1996”.
Personalità curiosa ed eclettica, amante dei generi più diversi da interpretare ma anche da ascoltare (da Lucio Battisti a Vasco Rossi) la Valentino per questo suo ultimo lavoro, su spinta di Alberto Camerini, autore dei testi e delle musiche, ha scelto di ritornare alla voce sensuale e morbida degli esordi.
“Il testo del brano” spiega la cantante “è tratto dall’omonima commedia di Marivaux del 1722. Recitato dalle compagnie italiane alla corte di Francia, il testo teatrale durava circa un’ora e mezza; era suddiviso in 12 passi da otto minuti ciascuno, e da uno di questi è stata tratta la canzone, che racconta di due persone che non credono più nell’amore ma che, passeggiando per i giardini settecenteschi, si incontrano, tramite i loro servi, e si innamorano”. “Amo questo brano”- dice Viola- “soprattutto per le quinte iniziali, anche se in realtà è un pezzo dance. Sento che mi porterà fortuna!”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.