Comunicato Stampa: Yuppie Flu in concerto

Comunicato Stampa: Yuppie Flu in concerto
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

GIMMIE INDIE ROCK
Presenta

YUPPIE FLU
20 DICEMBRE 2002
WIZARD
-Loc. Campizze di Rotondi AV-

Ancora un appuntamento targato Interzona/Nonsolorock giunge ad accendere gli entusiasmi della Valle Caudina e delle limitrofe città di provincia. Dopo il positivo riscontro di pubblico registrato con il concerto dei genovesi Lo-Fi Sucks!, il sodalizio irpino-sannita propone, infatti, un nuovo rendez-vous immancabile per gli amanti dell'indie-rock. Venerdì 20 dicembre gli anconetani Yuppie Flu, a pochi mesi dalla ristampa Sony dell'osannato "The boat e.p." (precedentemente licenziato dalla Homesleep), attualmente in sala di registrazione per ultimare l'attesissimo nuovo full-lenght, saliranno sul palco del Wizard (Campizze di Rotondi - Av) per un concerto che ha la portata dell'evento.
La band è composta da Matteo, chitarra e voce; Enrico, chitarra e synth; Francesco, basso; Dodo, synths e percussioni; Otto, batteria. A voler fare un passo indietro, per indagare nel loro recente passato, l'album d'esordio, "Automatic But Static", (Vurt/Valium 1997), fu da molti considerato uno dei migliori album indie-rock italiani del'97.
Unanimi consensi di critica e pubblico riscosse anche il secondo lavoro, "Yuppie Flu at the zoo", che consolidò la loro fama autorizzando scomodi paragoni con Beck e confermando la loro vicinanza ai Pavement di Steven Malkmus. Licenziato all'inizio del '99 dall'attiva Homesleep records, fu registrato nell'arco di tre mesi di intenso lavoro. Melodioso, bilanciato, senza dubbio più maturo, l'album riscosse il sentito plauso di pubblico e critica. L'approccio analogico ai sentimenti, le liriche sorridenti e disilluse gli conferivano infatti quella leggerezza, tipica delle produzioni pop, tanto apprezzata dagli estimatori del genere. Dal crescendo ipno-elettronico di "stolen boat...sinkin' thief" a pop song affascinanti filtrate da una visione elettro analogica molto personale, come l'incipit dell'album "sport yer feelings" o "the fairy tales of young Robin", al ritmo valzer retrò della canzone "wheel deal", per non dire delle chitarre registrate al contrario di "ambassadors", il disco inanellava una serie di songs coinvolgenti e di straordinaria fattura che suonano ancora freschissime.
Sul finire del 2000 la Homesleep pubblicava quello che è ancora da considerarsi l'ultimo parto del gruppo, "The boat e.p.", un nuovo eccezionale five tracks aperto alla grande dalla sinuosa melodia dell'electro bossanova "boat or swim", da inserire tra le composizioni in assoluto più riuscite dell'intera produzione della band, seguita dalla ballata di sapore melanconico "a song's a song", dalla miscela tra gli attrezzi elettronici e le melodie pop-soul di "the blue experiment" e "kids up a house tree" con il rocky mood di "order the player off the field" a chiudere il piccolo scrigno contenente indimenticabili gioiellini pop.
Proprio questo lavoro sdoganava definitivamente la band, destinandola ad occupare un ruolo di rilievo nel firmamento dell'indie-pop-rock internazionale. Infatti, "The boat e.p." risvegliava gli appetiti della londinese Rough Trade (ex label degli indimenticabili Smiths) che si assumeva l'onere di trovare al gruppo un etichetta inglese per la stampa dei successivi tre album.
Tornando ai giorni nostri, la data caudina, tappa di un mini-tour esclusivo, promosso dall'agenzia romana DNA, che toccherà solo poche altre città d'Italia, costituisce ad ora una occasione unica e rara per ascoltare, in anteprima, le canzoni del nuovo album di imminente pubblicazione. L'imperativo è d'obbligo: vietato assentarsi!
Ripetiamo l'invito a restare sintonizzati perché, a breve, potrebbero esserci ancora novità eclatanti e di estremo interesse. Per essere aggiornati in tempo reale sulle nostre iniziative iscrivetevi alla newsletter di Interzona.cc o consultate, con frequenza, i siti www.nonsolorock.com e www.interzona.cc

Per raggiungere il Wizard uscire al casello autostradale
di Caserta Sud e proseguire lungo la SS. Appia, in direzione Benevento, per 25 km circa.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.