NEWS   |   Metal / 15/05/2013

Black Sabbath, i retroscena sulla reunion: 'Bill Ward fuori forma'

Black Sabbath, i retroscena sulla reunion: 'Bill Ward fuori forma'

Non ci sarebbero solo ragioni contrattuali dietro all'esclusione del batterista Bill Ward dalla recente reunion dei Black Sabbath, che per realizzare il loro nuovo album, "13", hanno preferito far accomodare sullo sgabello il già Rage Against The Machine Brad Wilk, che dal vivo sarà sostituito da Tommy Clufetos: stando a quanto riferito dal frontman Ozzy Osbourne a Mojo, la scelta di tenere fuori lo storico collega dalle operazioni sarebbe stata un scelta dovuta alle tutt'altro che smaglianti condizioni di forma dello stesso Ward.

"Abbiamo anche provato a considerare l'idea di chiamarlo, ma lui non ricordava un accidenti di cosa facessimo", ha commentato Osbourne: "Il fatto è che lui non è stato onesto, dicendo tipo 'ragazzi, non ce la faccio a suonare dal vivo per tutto il concerto, ma potrei farmi aiutare da un altro batterista', oppure 'potrei venire e suonare solo qualche canzone'. Ecco, quella sarebbe stata una cosa carina". Al di là della mera resistenza fisica, il problema di Ward - sempre a detta di Ozzy - sarebbe stato di lucidità: "Avete presente quei cazzo di post-it gialli? Ecco, lui ne aveva la batteria piena. Gli chiedevano: 'A cosa ti servono?'. E lui: 'Non ricordo più cosa devo fare'. E io: 'Certo, come fai a ricordartelo con mezzo milione di biglietti di carta attaccati alla batteria? Almeno sai quale stai guardando?. E lui: 'Ah, giusto...'".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi