Addio a Giulio Andreotti, quando lo cantavano Gaber, Baccini e Elio. Ascolta

Addio a Giulio Andreotti, quando lo cantavano Gaber, Baccini e Elio. Ascolta

La scomparsa del Senatore a vita Giulio Andreotti - avvenuta poco dopo il mezzogiorno di oggi a Roma - ha riportato in vetta alle clip più cliccate di Youtube alcuni dedicati al politico italiano classe 1919. Il primo è "Io so tutto" di Fabrizio Moro, inclusa nel recente album (pubblicato solo lo scorso 30 aprile) "L'inizio": "Ho le risposte lì sopra i ripiani / sui più grandi stragisti italiani / su ogni palotta e su ogni bomba / me le porterò con me nella tomba", canta l'artista romano, classe '75, "Io so tutto e non ho mai dormito / e da sempre ho lo stesso vestito / sono il complice di una nazione / tra il vero e la contraddizione".



L'altra, più celebre (e decisamente più ironica), è quella - intitolata appunto "Giulio Andreotti" - che Francesco Baccini incluse nell'album del 1992 "Nomi e cognomi": "Chi ha mangiato la torta? Andreotti / Chi ha permesso il calo della borsa? Andreotti / Ma lasciatelo stare, poverino / questo dargli addosso è assurdo e cretino...". Benché il tono della canzone fosse decisamente sarcastico, stando a quanto raccontato dal cantautore ligure lo stesso Andreotti - allora presidente del Consiglio (il quarantottesimo governo della Repubblica Italiana, quarto e ultimo della X legislatura nonché l'ultimo presieduto dal politico romano) - si curò di inviare all'artista una lettere di congratulazioni.

(Leggi il testo di "Giulio Andreotti")




Dello stesso anno, il 1992, è "Giulio" di Pierangelo Bertoli, inclusa come terza traccia dell'album "Italia d'oro": "Sai la verità? Dietro ai monumenti qualche tomba aspetta già / se tu non chiedi urgenza è sicuro che è solo chiara connivenza".

(Leggi il testo di "Giulio")





Anche gli Elio e le Storie Tese non mancarono di citarlo in "Sabbiature", brano inserito come b side nel singolo del "Pippero" sempre del 1992 e celebre, tra le altre cose, per essere stato censurato in diretta dalla RAI in occasione dell'edizione 1991 del Concerto del Primo Maggio: "...anche Andreotti è stato giudicato / dalla corte Inquisitoria / per un caso di depistaggio / nelle indagini sul tentato golpe borghese / il caso poi / è stato archiviato come del resto altri 410, su 411 / e gli unici sfigati / che non sono stati archiviati / sono stati Guri e Tanazzi / per il caso della locked..."

(Leggi il testo di "Sabbiature")





Non mancò di citarlo ovviamente Giorgio Gaber, tanto in "Si può" (poi interpretata anche da Anna Oxa) quando nella storica "Qualcuno era comunista" ("Qualcuno era comunista perché Andreotti non era una brava persona...") e in "La realtà è un uccello" ("Potrei anche andare a fagiani, che è più facile. Co... Coccococcoco... co... Roba da ministri, cacciatori in pensione. Qualcuno spara dal 1920. Pum... completamente rintronati. Anche la vista ormai. Poi ce lo vedi Andreotti nel bosco? Che segugio!").

(Leggi il testo di "Qualcuno era comunista")





Il 1992 vide Andreotti entrare nella canzoni di molti, Jovanotti compreso, che lo citò in "Ho perso la direzione" da "Lorenzo 1992": "Ho perso la direzione / non c'è più religione / non lo so non lo so hanno tutti ragione / a sentirli chiacchierare dalla televisione / Andreotti che ogni frase ti ci mette una battuta / con il pubblico che applaude anche se non l'ha capita".

(Leggi il testo di "Ho perso la direzione")





 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.