Comunicato Stampa: Nuovo album in arrivo per i Three Second Kiss

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

THREE SECOND KISS

SergioCarlini Chitarra Massimo Mosca Basso-voce Lorenzo Fortini Batteria

I Three Second Kiss nascono nel 1993 a Bologna. Il loro debutto discografico, For Pain Relief , prodotto dal fonico del gruppo David Lenci, vede la luce nel 1996 per la Lollypop rec. di Catania dopo un paio di anni di rodaggio live. Il lavoro permette al gruppo di suonare molto di più dal vivo, e di raccogliere ottimi consensi da parte della critica; tra gli estimatori si segnala John Peel che passa For Pain Relief su radio One bbc – Uk.
In questo frangente i Three Second Kiss consolidano, tra i vari aspetti della loro attività, la dimensione on stage, la più congeniale ad esprimere l’intensità e la visceralità del loro sound. A tutt’oggi la band ha collezionato più di 300 concerti tra Italia e USA, condividendo tour con band come Uzeda, Come, Shellac, Blonde Redhead, June of 44, Shipping News.
Nel 1997 i TSK registrano presso gli studi La Nuova Ciminiera (Ct) il loro secondo lavoro, che vede questa volta come ingegnere del suono mr. Iain Burgess, (già produttore di band come Jawbox e Cows); uscirà nel 1998 con il titolo Everyday Everyman per la Wide e sarà distribuito in Europa dalla Southern rec.
Comincia così un periodo molto intenso di scambi e collaborazioni con alcune bands americane - due tour italiani con June of 44 - e si rafforzano i primi legami con la Slowdime rec. di Washington DC. Alla fine del 1998 nasce il progetto di un mini album per l’etichetta americana: viene così registrato live in sala prove da David Lenci Focal Point: quattro tracce che rispecchiano il lato più autentico della band. Il lavoro - solo in vinile - esce in Usa durante l’estate del 1999 con distribuzione Dischord rec. mentre in Europa e in Italia la distribuzione è gestita rispettivamente da, Southern e Wide (2000).
Nell’estate del 1999, in contemporanea con l’uscita americana di Focal Point, i TSK volano oltreoceano per un lungo tour Americano insieme ai June of 44. Ventiquattro date che ottengono consensi lusinghieri e toccano centri musicalmente nevralgici come Chicago, Louisville, Dallas, Atlanta, Washington DC, New York, Boston, Philadelphia, Detroit.
Nell’aprile del 2002 i TSK partecipano al Festival Inglese “All Tomorrows Parties” (UK) organizzato per l’edizione 2002 dalla band americana Shellac: suonano in cartellone insieme a nomi come Wire, Blonde Redhead, Fall, Rachel’s, Bonnie Prince Billy, Shannon Wright, Low, Shipping News, Breeders e gli stessi Shellac.
Nella primavera del 2002 i TSK entrano negli studi Black Box (Francia) per registrare Music Out of Music, il loro quarto lavoro sulla lunga distanza, con Steve Albini come ingegnere del suono. Il lavoro è pubblicato ancora dalla Slowdime e distribuito in Usa dalla Dischord e in Italia da Wide.

T.S.K. Discography:
For Pain Relief (cd Lollypop rec - 1996)
Everyday Everyman (cd Wide rec - 1998)
Focal Point (12” Slowdime rec - 2000)
Music out of Music (Cd Slowdime rec - 2003)

www.threesecondkiss.com
info@threesecondkiss.co

THREE SECOND KISS
MUSIC OUT OF MUSIC

Track Listing:
1. Her Last Hope Blasted 3:31
2. Honey Dew 7:33
3. Welcome Appearance 6:08
4. Gold Star 4:40
5. Freedom is Freedom even if it looks like a Ghost 4:28
6. You can’t cook the same sauce in a different kitchen 3:13
7. Chocolate River 6:08
8. It takes time to see things 1:08
9. Concrete Song 2:16

Total Time 39:06

Le notevoli capacità compositive e tecniche, che fin dagli esordi hanno permesso ai Three Second Kiss di rivelarsi come una delle realtà più interessanti nel panorama italiano e internazionale, sorprendono come non mai in questo Music Out Of Music, quarto lavoro della band sulla lunga distanza.
L’intensità e l’impatto di queste 9 tracce, che decostruiscono e ricompongono suoni e melodie in un modo del tutto personale, segnano un’indiscutibile maturazione nella scrittura del trio verso un mood più libero ed espressionista. L’impeccabile produzione di Steve Albini – con cui il gruppo ha già condiviso alcune importanti esperienze live – contribuisce a dare corpo ad un suono di cui il gruppo di stanza a Bologna è ormai pienamente padrone.
In continuità con un rapporto iniziato nel 1998 con Everyday-Everyman, Music out of Music viene distribuito in italia da Wide e promosso da Prom-o-rama.
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.