Europa, sulla riduzione dell'IVA si forma una coalizione

Torna ancora d’attualità la battaglia europea per ridurre l’IVA sui CD, in corrispondenza di una riunione dei ministri finanziari UE tenutasi ieri (3 dicembre) a Bruxelles.

All’insegna dello slogan “Give music a break”, “date respiro alla musica”, una vera e propria “coalizione per l’IVA” (VAT Coalition) composta da associazioni di rappresentanza di etichette discografiche, società degli autori, artisti, manager e negozianti di dischi del Continente ha ripetuto alle autorità istituzionali che l’imposta sui CD è iniqua rispetto al trattamento riservato agli altri beni culturali e che una sua riduzione potrebbe rilanciare il mercato dei dischi in tutta Europa. Parere, quest’ultimo, condiviso anche dal rappresentante dell’associazione dei rivenditori GERA-Europe, Njara Zafimehy, secondo cui “una riduzione dell’IVA permetterebbe di ridurre i prezzi dei dischi andando a vantaggio di tutti i consumatori”. .


Attualmente, l’aliquota IVA in Europa varia dal 15 % del Lussemburgo al 25 % di Danimarca e Svezia (l’Italia sta nel mezzo, al 20 %). Per consentire agli stati membri di variare l’imposta è necessario che i CD vengano inseriti esplicitamente tra i beni elencati nel cosiddetto allegato H della direttiva europea sull’IVA, documento che l’Unione Europea si appresta a rivedere nella prima metà del 2003.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.