Londra, proposta per intitolare una via ad Amy Winehouse

Londra, proposta per intitolare una via ad Amy Winehouse

Ad Amy Winehouse, la cui vita sarà oggetto di un docufilm per la regia di Asif Kapadia, il quale ha avuto il placet dalla famiglia della scomparsa cantante perché il suo lavoro "guarda la storia di Amy con sensibilità, con onestà e senza spunti sensazionalistici", potrebbe essere intitolata una via. Per ora si tratta unicamente di una proposta. Ai residenti nella zona londinese di Kings Cross, riporta un quotidiano della capitale britannica, è stato chiesto di sottoporre una lista di personaggi per designare una strada che si sta sviluppando all'interno di un nuovo caseggiato. E, tra un Charles Dickens ed una Mary Shelley (la scrittrice di "Frankenstein", 1818), i cittadini hanno avanzato anche la proposta di intitolare la via ad Amy Winehouse. A favore di Winehouse Street si è naturalmente schierato Mitch, padre della sfortunata cantante, che poche settimane dopo la scomparsa della figlia ha messo in piedi l'ente benefico Winehouse Foundation. "Pensare che il nostro cognome possa essere indelebilmente legato a Londra, grazie ad una via intitolata ad Amy, è veramente notevole", ha detto l'ex tassista. "Siamo una famiglia londinese da capo a piedi, e sarebbe un onore eccezionale se diventassimo letteralmente parte del tessuto di questa grande città". Poche settimane fa sono state mostrate le prime immagini della statua, ancora in lavorazione da parte dello scrittore Scott Eaton, che sarà dedicata ad Amy e sarà esposta al pubblico nel 2014.
Prima, altri onori:




Contenuto non disponibile







entro la fine del corrente anno ci sarà un tributo ad Amy all'interno dell'erigenda Walk of Fame della capitale britannica.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.