Lussemburgo, sequestrati un milione di bootleg e CD pirata

Un milione, pezzo più pezzo meno, di CD contraffatti finiti nelle reti della polizia: e il maxi-sequestro effettuato in Lussemburgo lo scorso 20 novembre (ma solo ora reso pubblico) diventa immediatamente la più mastodontica operazione di antipirateria musicale effettuata fino ad oggi in Europa.
Le forze dell’ordine del piccolo stato continentale, assistiti nelle indagini dagli investigatori dell’IFPI, federazione internazionale dei discografici, hanno fatto irruzione in due grandi depositi, sequestrando soprattutto CD bootleg, registrazioni illegali di concerti tenuti da artisti come Beatles, Pink Floyd, U2, Rolling Stones, REM e Bruce Springsteen, per un valore commerciale stimato di oltre 10 milioni di euro. Un cittadino olandese residente in Lussemburgo è stato arrestato e poi rilasciato in attesa di proseguire le indagini che, ha rivelato il capo della polizia locale, si estenderanno ora oltre confine: anche perché la centrale sarebbe stata destinata all'approvvigionamento dell’intero mercato internazionale, non solo in Europa.
In base a dati recentemente pubblicati dalla Commissione Europea i dischi pirata intercettati e sequestrati alle frontiere dell’Unione Europea sono aumentati del 349 % nel 2001, toccando quota 40 milioni di pezzi. Nella stessa area, la musica pirata rappresenterebbe oggi un business illegale da circa 1 miliardo di euro all’anno.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Massimo Bonelli (iCompany, Concerto del Primo Maggio)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.