Collins, Knopfler, Elton John: ospiti confermati agli Italian Music Awards

Gli organizzatori degli Italian Music Awards convocano i giornalisti, nella tarda mattinata di oggi (venerdì, 29 novembre), per dispensare ai media qualche altra pillola di notizia su quel che accadrà lunedì sera quando lo show andrà in diretta televisiva, in prima serata, su RaiDue (vedi News).
Il direttore di rete Antonio Marano non c'è (ha altre gatte da pelare, in questo momento), e manca all'appello anche il presidente della provincia Ombretta Colli, impegnata a visitare i luoghi disastrati dai nubifragi di questi giorni. C'è però il conduttore della serata, Piero Chiambretti, affiancato dalla splendente Fernanda Lessa (la modella brasiliana testimonial di Alice) che sarà con lui sul palco. Ed è l'unico a mettere le mani avanti, facendo una previsione non troppo ottimistica sugli esiti della performance televisiva. “Dunque, vediamo: su RaiUno avremo contro 'La vita è bella' di Benigni, che si porterà via come niente un 30-35 % di share. E poi c'è la puntata di 'Distretto di polizia' su Canale 5. Vuol dire che a noi resterà un 20 % da spartire con Italia 1 e Rete 4: forse ci sarà più gente al Forum che davanti alla TV”. Ma chi gliel'ha fatto fare, allo straripante showman torinese, di farsi ingabbiare in un format rigido che, imbottito come sarà di ospiti e di premiazioni, lascerà ben poco spazio alla sua nota verve? “Quando la musica chiama, io rispondo. Mi hanno tolto il concertone del 1° maggio. E l'anno scorso, come ricorderete, mi hanno esautorato all'ultimo momento dal Dopofestival, a Sanremo, dopo che ero stato chiamato dal direttore artistico: dunque questa è anche un'occasione di rivalsa. I premi sono troppi, è vero, e più ce ne sono più si svalutano. Però sono contento che la mia richiesta di fare esibire i premiati sul palco, evitando il mordi e fuggi, sia stata accolta. E che in tanti abbiano accettato di partecipare.”
Eccoli, dunque, i performer già annunciati: confermati (come Rockol aveva già anticipato, vedi News), Phil Collins, Elton John e Mark Knopfler tra gli stranieri; mentre tra gli italiani è certa la presenza di Cesare Cremonini, Tiromancino, Samuele Bersani, YuYu e Piero Pelù in coppia con Anggun. Pop star nostrane per giovani, dunque, e ospiti internazionali per over 40. Perché? Maurizio Salvadori, organizzatore della serata per conto di Clear Channel, liquida la questione in poche battute: “Noi facciamo uno show per una TV generalista, non siamo mica MTV”. E via con gli ospiti annunciati in parterre: qualche altra stella e stellina nostrana, politici, calciatori, modelle e un bel gruzzolo di semisconosciuti chiamati a fare numero e colore.
Enzo Mazza, direttore generale della FIMI che questa manifestazione ha fortemente voluto, è visibilmente soddisfatto: “Ringrazio tutti i partner: anche Alice, che a differenza di altre aziende del settore (leggi Tiscali), ha dimostrato che industria discografica e società di telecomunicazioni possono stare dalla stessa parte della barricata, distribuendo e promuovendo musica in rete senza danneggiare i diritti degli autori”. Salvadori aggiunge che il FilaForum è esaurito, dopo l'assalto ai biglietti (gratuiti, comunque) degli ultimi giorni. Mentre Stefano Cagnoni, di Telecom Italia/Alice, sventola felice i numeri delle chat con gli artisti (il recordman è Piero Pelù, che si è trovato a dialogare contemporaneamente in rete con 685 fan) e dei contatti sul sito degli Awards: oltre tre milioni, “più di quanti hanno collezionato gli ultimi MTV Awards in tutta Europa”. Tutti soddisfatti, dunque. Anche i discografici indipendenti? “Certo”, risponde Mazza. “Anche loro sono molto contenti”.
Poi si finisce per parlare d'altro:anche di Rai e di Sanremo, inevitabilmente.
Dall'archivio di Rockol - Dieci oggetti feticcio del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.