Il parere dei musicisti italiani sui plagi di musica classica

Il parere dei musicisti italiani sui plagi di musica classica
Interrogati dal Corriere della Sera, riguardo la pratica del plagio di opere di musica classica che alcuni autori di musica pop, dai Beatles a Pete Waterman (vedi News), hanno compiuto per scrivere alcuni dei loro successi, compositori e musicisti italiani hanno espresso pareri discordanti.
Secondo Nicola Piovani, autore delle musiche del film “Pinocchio” (vedi News), per esempio: “Senza Mozart, Weill non ci sarebbero stati i Beatles”. Diversa, invece, l’opinione di Ennio Morricone, che avvisa: “Queste contaminazioni portano ad una banalizzazione dell’ascolto”. (Fonte: Il Corriere della Sera)
Dall'archivio di Rockol - Giles Martin racconta "Sgt. Peppers Lonely Heart Club Band"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.