Il giudice dà l'ok: marchio e brevetti di Napster passano a Roxio

Cinque milioni e trecentomila dollari, in contanti ed azioni. A questo si è ridotto il valore di quel che resta di Napster, e questo è il prezzo pagato da Roxio, la società californiana nota per i suoi software di masterizzazione CD e DVD, per prendere possesso delle “spoglie” del pioniere del file sharing musicale.
L'acquisizione, annunciata alcuni giorni fa (vedi News), è effettiva dopo l'approvazione rilasciata dai giudici fallimentari e dalla finanziaria che aveva in custodia i beni rimanenti dell'azienda di Shawn Fanning: per la (piuttosto modesta) cifra pattuita, Roxio – che ha battuto la concorrenza di una dozzina di altri offerenti - è entrata in possesso delle tecnologie e del marchio di Napster, anche se il padre di Fanning, John, reclama la proprietà di alcuni brevetti. L'azienda di Santa Clara, California, non assumerà invece le pendenze della Web company e non entrerà in possesso dei suoi server e dei suoi computer, che restano inclusi nel patrimonio fallimentare e andranno all'asta il prossimo 11 dicembre.
Resta ignoto l'utilizzo che Roxio vorrà fare della sua nuova proprietà, dopo che gli stessi vertici aziendali hanno anticipato che i loro programmi verranno definiti e resi pubblici solo nei prossimi mesi. “I consumatori non ricorreranno a Napster solo per il nome che porta, quando altri servizi forniscono un catalogo più ampio di film e canzoni” ha dichiarato all'Associated Press Phil Leigh, un analista della Raymond James & Associates. “Il valore di questa versione reincarnata di Napster”, ha aggiunto, “dipenderà in ultima analisi dai diritti che Roxio sarà in grado di negoziare con le etichette musicali e le imprese cinematografiche”.
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.