NEWS   |   Pop/Rock / 24/04/2013

I JLS si sono sciolti

I JLS si sono sciolti

Dopo "JLS" del 2009 (primo posto in Gran Bretagna e 4 dischi di platino) e "Outta this world" del 2010 (numero due e 2 dischi di platino), la boyband dei JLS il 14 novembre 2011 ha pubblicato il terzo lavoro intitolato "Jukebox". E' stata poi la volta, lo scorso anno, di "Evolution". Ma l'evoluzione del gruppo si ferma qui. Invece che andare incontro ad un glorioso declino, magari passando dalle arene alle discoteche di provincia, i JLS hanno deciso di sciogliersi. Tanto di cappello, anche perché poi l'eventale ritorno tra qualche anno non si può mai escludere. Sia come sia, i JLS dicono addio ai loro fan, o meglio alle loro fan, dopo cinque anni di onorato servizio nel circo del pop. Per l'occasione si raschierà anche il fondo del barile: ci sarà una compilation, "Goodbye: the greatet hits", un nuovo singolo e naturalmente il tour dell'addio. "Vogliamo finire quando siamo ancora al massimo", hanno detto i ragazzi. "Rimarremo fratelli e amici. Consideriamo quest'anno come un festeggiamento di tutto ciò che assieme abbiamo raggiunto". I JLS si fecero notare per la prima volta all'edizione britannica dell'"X Factor" del 2008, dove finirono secondi dopo Alexandra Burke. Oritse Williams, Marvin Humes, J.B. Gill e Aston Merrygold hanno avuto 5 singoli al numero 1 della classifica UK e hanno venduto complessivamente 10 milioni di dischi, quasi tutti nel Regno Unito.




Contenuto non disponibile








La decisione dello scioglimento, che forse giunge non a caso al termine di un contratto della durata di cinque anni, non significa che i boys non si vedranno più: continua infatti il lavoro comune a favore del loro ente benefico JLS Foundation, messo in piedi tre anni fa. Inoltre Marvin sta per diventare padre, Aston è giudice per una trasmissione di Sky UK, Oritse vorrebbe diventare manager e J.B., curiosamente, ha da poco acquistato un allevamento di cervi.
 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi