Vivendi ammette: potremmo rinunciare a cinema e musica

Continua la girandola di notizie a proposito dei destini futuri della divisione entertainment della multinazionale francese (cinema e musica). Ma questa volta la voce che emerge dal coro è ufficiale e dunque automaticamente autorevole: è stato infatti il responsabile finanziario di Vivendi Universal in persona, Jacques Espinasse, a confermare le voci secondo cui la società sarebbe pronta a liquidare le sue aziende americane del settore, Universal Studios e Universal Music, se si farà avanti un compratore disponibile ad offrire il giusto prezzo (superiore, evidentemente, ai 20 milioni di dollari messi sul piatto la scorsa settimana dal petroliere americano Marvin Davis, vedi News).
Espinasse ha fatto la sua “confessione” durante una conference call organizzata per discutere gli ultimi risultati trimestrali della società, che mostrano un peggioramento sia nel fatturato che nel risultato economico e numeri poco incoraggianti per entrambe le divisioni (il fatturato di Universal Music, 1,3 miliardi di dollari, è diminuito del 9 % rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, nonostante il consolidamento della posizione di leader del mercato mondiale con una market share del 31 %). “Non sono un consigliere di amministrazione, e dunque la decisione non spetta a me”, si è schernito il direttore finanziario. “Ma molto dipenderà dalle offerte che riceveremo, e posso dire che si stanno esplorando strade differenti”.
Music Biz Cafe, parla Luca De Gennaro (Direttore VH1 Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.