Ricerca inglese conferma: sono gli under 25 i nuovi fan del vinile

Ricerca inglese conferma: sono gli under 25 i nuovi fan del vinile

Una considerazione basata sull'osservazione empirica trova ora conferma in un serio studio di mercato: attraverso un sondaggio online che ha coinvolto 2.030 consumatori nel Regno Unito, l'ente di ricerche ICM conferma che sono i giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni a guidare il revival del vinile sul mercato discografico.

Il 5 per cento dei soggetti intervistati ha dichiarato di avere acquistato vinili nuovi, ristampe o usati nel corso dell'ultimo mese: ma mentre la quota è in media con il dato nazionale nella fascia di età 35-44 anni e quasi doppia (9 per cento) in quella 25-34 anni, è proprio tra il pubblico under 25 - normalmente identificato come "nativo digitale" - che si registra la percentuale maggiore, 14 per cento del campione. Interessanti anche le risposte "qualitative" al sondaggio: i giovani inglesi dichiarano di preferire gli Lp ai Cd e ai prodotti digitali per la "crudezza" del suono, per la grafica di copertina, per la collezionabilità del prodotto e per la soddisfazione tattile offerta dal vinile. Ovvio che il luogo preferito per effettuare gli acquisti sia il negozio di dischi indipendente (85 per cento di coloro che comprano dischi): il 10 per cento dei 18-24 enni intervistati li frequenta almeno una volta al mese, e il 78 per cento spende fino a 15 sterline in occasione di ciascuna visita. Circa il 27 per cento del campione spiega però di non mettere mai sul giradischi i vinili che possiede, preferendo acquistare e ascoltare - per non rovinarli - una versione in cd (molti LP di nuova emissione, d'altronde, vengono oggi venduti con un codice per scaricare la corrispondente versione in download).

Secondo Maurice Fyles, direttore ricerche di ICM Research, "lo studio dimostra che i negozi di dischi indipendenti stimolano e soddisfano una domanda crescente di musica in formato vinile, dalle nuove emissioni in edizione limitata agli articoli da collezione di seconda mano. Con la chiusura di molte filiali di HMV, qualcuno si potrebbe aspettare che la richiesta di negozi di musica e di formati fisici sia in declino: la nostra ricerca, però, confuta questa tesi. Piuttosto, con così tanta disponibilità di musica da acquistare o scaricare online, le esigenze del pubblico nei confronti dei negozi dei centri urbani sono cambiate. I punti vendita indipendenti offrono una gamma di prodotti musicali diversi, rari e interessanti, e questa sembra essere la chiave della loro sopravvivenza. E' un segno concreto che i negozi del tessuto urbano si stanno evolvendo per rispondere ai nuovi bisogni del consumatore, e che altri commercianti locali e indipendenti possono ricavare incoraggiamento da questa storia".

La ricerca di ICM sottolinea tuttavia che i negozi di dischi indipendenti rimasti in attività nel Regno Unito sono meno di 300, a fronte dei circa 2.200 esistenti negli anni '80.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.