Rockol - sezioni principali

NEWS   |   R'n'B / hip hop / 22/04/2013

T.I. contro i media per l'attentato di Boston

T.I. contro i media per l'attentato di Boston

Polemica del rapper T.I. (alias Tip e T.I.P), membro della Pimp Squad Click e CEO della Grand Hustle Records, contro i media statunitensi.
L'artista è infatti turbato da come alcuni organi di informazione abbiano cercato di creare un legame tra uno dei due attentatori della maratona di Boston e l'ambiente hip hop.

Tra le informazioni circolate c'era che Tamerlan Tsarnaev (morto durante la fuga dalla polizia, dopo l'attentato) era un frequentatore del sito Real-HipHop.com e aveva anche un indirizzo email sotto quel dominio. Questo fatto ha portato alcuni commentatori a tracciare una linea di collegamento tra l'hip hop e le azioni dei fratelli Tsarnaev, cosa che ha fatto imbestialire T.I. Ad esempio il noto sito di informazione TMZ, ha pubblicato un articolo intero intitolato "il sospetto attentatore morto era un appassionato di hip hop".

"L'hip hop racconta le condizioni della nostra cultura. Non le crea", ha detto T.I. in risposta a queste illazioni. "L'hip hop non ha niente a che fare con l'uccidere persone innocenti".



Contenuto non disponibile

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi