Comunicato Stampa: I finalisti del IV Premio Nazionale 'Un Giorno Insieme - Augusto Daolio - Città di Sulmona'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

I Finalisti del IV Premio nazionale "Un Giorno Insieme - Augusto Daolio - Città di Sulmona" ( 5 - 7 dicembre). Gran finale sabato 7 dicembre con il concerto dei Nomadi.
La commissione del III Premio nazionale "Un Giorno Insieme - Augusto Daolio - Città di Sulmona" per cantautori e band emergenti, presieduta dal direttore artistico Angelo Ottaviani, ha reso noto i nomi dei 31 cantautori e band finalisti che parteciperanno, dal 5 al 7 dicembre prossimi, al teatro comunale "Maria Caniglia" di Sulmona, alla fase finale del premio in onore di Augusto Daolio. "Non è stata una selezione facile", ha detto il maestro Angelo Ottaviani, "quasi tutti i 245 CD e demo arrivati sono di ottima qualità". I generi proposti sono i più disparati: si va dalla canzone d' autore alla musica etnica, dall'elettronica al grunge, fino al dark e al blues. Ospiti della serata finale saranno i Nomadi, che si esibiranno nell' ambito del loro nuovo tour invernale.

Questi dunque i 31 artisti finalisti (tra parentesi la provenienza):
TAMMORRA - Palermo; CATAR N' ROSIS - Borgo Hermada (LT); L'INFERNO DIETRO L'ANGOLO - Voghera (PV); DERIVA - Afragola (NA); DOGMA - Arluno (MI); ENRICO PETRELLI - Roma; GIUSEPPE PASTORELLO - Siracusa; RICHIAMO - Pordenone; TEXARKANA - Sulmona (AQ); ELIA SANTILLI - Castelvecchio Subequo (AQ); ANSIRIA - Napoli; FRANCESCO DE FILIPPO - San Lorenzo Del Vallo (CS); SILVANO MASTROMATTEO - Vico Del Gargano (FG); P-38 KS - Sulmona (AQ); MONOLOGO - Verona; FRANCESCO QUATRARO - Firenze; L'ANTIDOTO - Gioia Del Colle (BA); SINTICA - Collegno (TO); LORENA ZAMPARO - Locri (RC); OTRE NEOETHNIC GROUP - Alta Valle del Volturno (IS); TIBERIO MAZZOCCHI - Sordio (LO); HOBBITH - Acqua Scrivia (AL); NICOLA CARLONE - Castel di Sangro (AQ); S.G.A.N.G.H. - Pescara; XENO - Sora (FR); VINCENZO GIORDANO - San Lorenzo del Vallo (CS); QUASI-MODO - Atessa (CH); GRETA CARDUCCI - Montesilvano (PE); ALESSANDRO APOLLO - Lucera (FG); ELIA - Cuneo; HYSSOP - Roma.
La IV edizione del Premio Nazionale "Un Giorno Insieme - Augusto Daolio - Città di Sulmona" per cantautori e band emergenti, è promossa dall' associazione culturale Nomadi fans club "Un Giorno Insieme" di Sulmona, dalla Segnali Caotici di Beppe Carletti e dalla Progetto Musica di Maurizio Dinelli, con il Patrocinio e il contributo della Regione Abruzzo - Assessorato alla promozione culturale, di Abruzzo Promozione Turismo, del Comune di Sulmona e della Provincia dell'Aquila.
La giuria che valuterà i giovani musicisti sarà presieduta dal tastierista e produttore Alessandro Centofanti (membro delle band di Antonello Venditti, Claudio Baglioni e tanti altri artisti), Giancarlo Passarella (direttore di Musicalnews.com e presidente dell'Associazione culturale "Ululati dall' Underground"), Paolo Cavallone (compositore), Carlo Carcano (direttore d' orchestra e arrangiatore), Vittorio Sonsini (bassista, membro della band di Massimo Ranieri) e Angelo Ottaviani (direttore artistico del premio Augusto Daolio).

Questo il programma delle giornate:
Giovedì 5 dicembre 2002: Ore 10 - 18, esibizione dei primi 15 cantautori e band finalisti;
Venerdì 6 dicembre 2002: Esibizioni dei restanti 16 cantautori e band finalisti.
Sabato 7 dicembre 2002: Ore 21: Cerimonia di premiazione e concerto dei Nomadi.
I Nomadi nascono nel 1963 tra Reggio Emilia e Modena, su iniziativa del tastierista Beppe Carletti e del cantante Augusto Daolio, ai quali si aggiungono Franco Midili (chitarra), Leonardo Manfredini (batteria), Gualtiero Gelmini (sax), Antonio Campari (basso). In breve tempo, però, il gruppo subisce dei cambiamenti nell'organico, con Gelmini, Campari e Manfredini che lasciano il campo a Bila Coppellini (batteria) e Gianni Coron (basso). E' di due anni dopo l'incontro con Francesco Guccini, che collabora con loro per il brano "Dio è morto", primo grande successo del gruppo: il brano, censurato dalla radiotelevisione di Stato, passa invece a Radio Vaticana, e proprio nel Vaticano, qualche tempo dopo, i Nomadi si esibiscono, quale primo gruppo pop italiano. Nel 1966 esce il singolo "Come potete giudicar", con il quale ottengono i primi consensi del pubblico e i primi ingaggi come ospiti in diversi programmi televisivi. La loro popolarità cresce così per tutti gli anni '70, grazie ad un seguito di fans fedelissimi che cresce giorno dopo giorno, innumerevoli concerti e alcune splendide canzoni. Nella prima metà degli anni '80 si verifica un cambiamento d'organico con il bassista Dante Pergreffi che sostituisce allo strumento Umberto 'Umbi' Maggi. Al gruppo si aggiunge nel 1990 Cico Falzone alla chitarra e Daniele Campani alla batteria, anche se immutato rimane il loro seguito di pubblico, che ad ogni uscita spedisce gli album dei Nomadi in classifica, consentendogli di vincere dischi d'oro. Il 1992 si rivela un anno terribile nella storia del gruppo, che perde due dei suoi componenti: il 14 maggio in un incidente stradale muore il bassista Dante Pergreffi, mentre ad ottobre è proprio Augusto Daolio, leader del gruppo, ad andarsene a causa di un tumore. Grazie all'incoraggiamento dei fans e con una serie di nuovi elementi, il gruppo decide di proseguire. Con Elisa Minari al basso, Danilo Sacco alla voce e chitarra, e Francesco Gualerzi alla voce e al sax il gruppo riparte per una serie di concerti pubblicando l'ultimo album di studio realizzato con il contributo di Augusto, intitolato CONTRO. Il 1993 si conclude con un viaggio in Cile dove il gruppo si esibisce insieme agli Inti-Illimani. L'anno successivo il gruppo pubblica un nuovo album e si reca in viaggio a Cuba per una missione umanitaria, nel corso della quale consegna strumenti musicali e generi di prima necessità ai bambini di diverse scuole del paese. Sempre nel '94 i Nomadi vengono ricevuti dal Dalai Lama, premio Nobel per la Pace, in visita in Italia, in una sua tappa a Bologna, mentre esce nel luglio del '95 un nuovo album, intitolato LUNGO LE VIE DEL VENTO. Non si tratta dell'unico impegno che il gruppo assume per beneficenza, visto che i Nomadi hanno spesso sostenuto movimenti di solidarietà, da Greenpeace ad Amnesty International, da Emergency ai Centri di recupero per tossicodipendenti. Nel 1996 esce un nuovo album di studio del gruppo, seguito da un doppio album dal vivo, LE STRADE, GLI AMICI, IL CONCERTO. Nel 1998 arriva l'album UNA STORIA DA RACCONTARE, che vede debuttare il nuovo organico del gruppo con Elisa Minari e Francesco Gualerzi sostituiti da Massimo Vecchi e Sergio Reggioli. Nel 1999 arriva nei negozi SOS CON RABBIA E CON AMORE, una raccolta di vecchie canzoni risuonate dalla nuova formazione. Nel 2000 viene pubblicato l'album LIBERI DI VOLARE, mentre nel 2002 i Nomadi raggiungono il primo posto in classifica con il nuovo album di inediti AMORE CHE PRENDI, AMORE CHE DAI.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.