Finalmente pronto il film su Jeff Buckley

Finalmente pronto il film su Jeff Buckley

Era lo scorso 1° gennaio quando Rockol riportava: "Prova a fare il punto sulla confusa valanga di informazioni sui film su Jeff Buckley un servizio dell'"Independent". Il quotidiano britannico ricorda che l'annegamento dell'artista nelle acque del Mississippi, all'età di 30 anni, "derubò la musica della sua stella più luminosa". Poi riporta che quest'anno dovrebbero arrivare ben tre biopic sullo sfortunatissimo cantante "che influenzò anche Radiohead e Coldplay". Jake Scott sperava che il suo film, "Mystery white boy", sarebbe stato quello "ufficiale" in quanto il regista detiene i diritti esclusivi sia sulla musica sia sugli archivi di Jeff, "Hallelujah" compresa; inoltre Mary Guibert, la (vera) madre dell'artista, è produttrice esecutiva del lavoro. Tuttavia, scrive Adam Sherwin, pare che Scott sia stato rimpiazzato e al suo posto sia stata installata Amy Berg. Il ruolo principale sarebbe stato assegnato a Reeve Carney, protagonista del musical "Spider-Man: Turn Off the Dark" con musiche di Bono e The Edge, ma pare che anch'egli non rimarrà al suo posto. A questo punto il primo film ad arrivare nelle sale dovrebbe essere "Greetings from Tim Buckley", che esamina il rapporto di Jeff con il padre che a malapena conobbe. Il lavoro è a cura di Daniel Algrant e Jeff sarà interpretato da Penn Badgley. Nel film figura anche Kate Nash. Una breve ricerca online permette però di appurare che, dopo il debutto al Toronto International Film Festival nello scorso settembre, della pellicola non si sono avute più notizie. C'è poi il terzo lungometraggio. E' intitolato "A pure drop" ed è a cura del regista australiano Brendan Fletcher. Per quest'ultima opera è da registrare il forte interessamento di Brad Pitt, il quale - descritto come "ossessionato da Jeff" - ha bombardato Guibert con copioni ottenendo però solo, perlomeno per il momento, di farla allontanare dal suo progetto".




Contenuto non disponibile







Siamo ora alla svolta. Come giustamente ipotizzato dall'"Independent", il primo dei tre biopic ad entrare in circolazione è effettivamente "Greetings from Tim Buckley". Nei panni di Jeff appunto Penn Badgley ("Gossip Girl," Margin Call"). Il film parte con Jeff che fa le prove per una sua esibizione a Brooklyn, dove si sta per tenere un concerto di tributo a quel padre che egli praticamente non conobbe. Spaesato e un po' confuso, il musicista intreccia una relazione con una enigmatica ragazza (Imogen Poots) che lavora al tributo. I due si metteranno ad esplorare New York cercando spunti dell'esistenza di Tim Buckley. Lancio martedì 23 aprile al Tribeca Film Festival, debutto il 4 luglio ad Hong Kong. Al momento pare che la "prima" pubblica europea sia quella fissata in Olanda il 12 settembre.
 

Dall'archivio di Rockol - 5 cose che forse non sapete su Jeff Buckley e "Hallelujah"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.