Spotify, otto nuove aperture (in Asia, America Latina e Europa)

Spotify, otto nuove aperture (in Asia, America Latina e Europa)

Prosegue l'espansione internazionale di Spotify, che muove i primi passi in America Latina (debuttando in Messico) e in Asia (Hong Kong, Malesia e Singapore), oltre ad allargare la sua presenza in Europa con il lancio in Estonia, Lettonia, Lituania e Islanda. Grazie alle otto nuove aperture, il servizio di streaming creato in Svezia nel 2008 raggiunge ora 28 mercati; la piattaforma, che consente l'accesso gratuito e a pagamento a un catalogo di 20 milioni di brani, conta attualmente su più di 24 milioni di utenti attivi e su oltre 6 milioni di abbonati.

La settimana scorsa, con uno speciale dedicato ai francesi Phoenix, Spotify ha lanciato anche in Italia l'opzione "Segui" che consente di ascoltare le playlist consigliate da personaggi famosi e da artisti internazionali e locali (tra cui Fabri Fibra, Andrea Nardinocchi e Antonio Maggio). La Web company fondata da Daniel Ek ha esordito nel nostro Paese il 12 febbraio scorso, in coincidenza con l'inizio del Festival di Sanremo 2013. In un convegno tenuto la settimana scorsa a Milano, la responsabile locale Veronica Diquattro ha spiegato che nel primo mese di attività sono stati ascoltati circa 55 milioni di canzoni e che circa il 25 per cento degli utenti italiani ha scelto le opzioni a pagamento che permettono una riproduzione senza interruzioni pubblicitarie (formula Unlimited, 4,99 euro al mese) e anche su smartphone o in modalità offline (formula Premium, 9,99 euro al mese).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.