Londra, cresce del 25 % il giro d'affari dei negozi di dischi Rough Trade

Londra, cresce del 25 % il giro d'affari dei negozi di dischi Rough Trade

A pochi giorni dal Record Store Day 2013, di cui la stessa Rough Trade ha proposto un'anteprima lo scorso 21 marzo organizzando una in-store performance di diversi artisti emergenti (tra cui il cantautore Tom Odell), il rivenditore indipendente inglese annuncia di avere incrementato del 25 per cento il giro d'affari nel corso del primo trimestre dell'anno. Un risultato di grande rilievo per la popolare insegna (a fronte di un + 1,4 per cento registrato nello stesso periodo dall'industria discografica britannica secondo i dati raccolti dall'associazione di categoria BPI e dalla Official Charts Company), appena premiata ai Music Week Awards, la settimana scorsa, come "Retail Brand" dell'anno a scapito di marchi quali iTunes, Spotify e HMV, e che conferma un trend di crescita a doppia cifra da quando la società ha aggiunto, nel 2007, il negozio Rough Trade East (area londinese di Brick Lane) al preesistente Rough Trade West (situato su una traversa di Portobello Road).

Come già annunciato, entro fine anno Rough Trade aprirà a Williamsburg, Brooklyn, uno spazio vendita di dimensioni doppie rispetto a quello di Brick Lane e che secondo i suoi portavoce (e a dispetto dell'immenso Amoeba Music di Los Angeles) dovrebbe immediatamente diventare il negozio di dischi più grande di tutti gli Stati Uniti. Rough Trade sta anche valutando l'opportunità di aprire in altre città britanniche, e il titolare Geoff Travis ha già indicato in Manchester la possibile, prossima sede di un negozio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.