NEWS   |   Italia / 15/11/2002

Grignani: 'Ecco il mio tour fatto di ospiti, luci e maschere'

Grignani: 'Ecco il mio tour fatto di ospiti, luci e maschere'
"Sto preparando uno spettacolo molto particolare e mi sto divertendo, perché è una cosa nuova, che nemmeno io ho visto fare dagli altri". Così Gianluca Grignani, raggiunto al telefono da MusicaItaliana.com, racconta in anteprima il suo tour "Elettrico nei teatri", che debutterà il prossimo lunedì 18 novembre al Teatro Galleria di Legnano (Mi). L'idea di portare l'irriverenza del rock elettrico nei teatri si pone come una novità nel panorama italiano, che trova ispirazione nella doppia identità musicale di Grignani: "Credo sia nata dal fatto che ho cominciato a rendermi conto di essere un misto - spiega - un 'between' tra musica cantautorale e rock. Inizialmente mi sono detto: 'Se porto la mia musica in teatro, il teatro me lo mangio'. Poi però ho pensato che avrei potuto trasformare il palco in modo tale da renderlo adatto anche alle mie esigenze più elettriche. Perché credo che non ci sia posto più adatto del teatro a rappresentare i miei due mondi messi assieme". I risultati sembrano dargli ragione e, a giudicare dalle prove, Grignani si dice soddisfatto di quanto è riuscito ad ottenere. Di elettrico, però, non ci sarà solo il sound: "Oltre la musica - prosegue il cantautore - anche la scenografia sarà molto elettrica. Alle mie spalle ci sarà, infatti, un muro di lampadine veramente molto bello: l'ho visto e sono rimasto colpito". A colpire invece il pubblico sarà sicuramente la maschera da Joker che Gianluca indosserà per l'occasione, un'idea che ha origine da un sogno nel cassetto che lo accompagna da anni: "Quand'ero ragazzino e non ero ancora maggiorenne - racconta - pensavo: 'un giorno, quando farò musica, se la farò come voglio io, mi vestirò da Joker'. Questo perché è un personaggio che mi ha sempre conquistato per le sue due facce, davanti sorride e dietro non sai cosa pensa. Credo che siano proprio le mie due anime: una è quella rock che ride e si diverte e l'altra è quella che pensa, cioé la mia componente cantautorale". In quanto allo spettacolo, Gianluca accenna con entusiasmo alla presenza di ospiti e svela che, oltre ad essere anticipato sulle scene da un personaggio che "sembra uscito da una novella di Poe", come lo definisce lui stesso, per ogni data ha in serbo una sorpresa: "Ci saranno degli ospiti a metà spettacolo - dice - tra i quali Isabella Santacroce, Stefano Benni e molti altri scrittori, che leggeranno racconti o poesie, mentre io suonerò per loro un sottofondo. La Santacroce mi ha detto che mi porterà un racconto inedito un po' forte, sono proprio curioso di ascoltarlo". Le sorprese non sono terminate e Grignani si lascia andare ad altre anticipazioni: "In questo tour inoltre ho scelto di ospitare anche i miei amici, così a Brescia ci sarà Francesco Renga, a Genova Cristiano De André e a Cesena sarà mio ospite un grosso cantautore di Bologna che però non vuole che sveli il suo nome". E al tentativo di saperne di più, Gianluca svia il discorso travolgendoci con l'ennesima novità: "Stiamo pensando di fare un album dal vivo e anche un doppio greatest hits. Visto che è in uscita, in Francia, in Germania e in Sudamerica, 'L'aiuola' nelle varie lingue, si pensava proprio di fare una live per l'Italia e un greatest hits per l'Europa, per il prossimo Natale". Le ultime battute Grignani le dedica alla scaletta, che definisce appunto "un greatest hits preannunciato" e che offrirà brani appositamente riarrangiati per l'occasione. Insomma "Uguali e diversi - Gianluca Grignani - Elettrico per teatri" si preannuncia proprio come un tour dalle caratteristiche nuove, in cui il sound più elettrico non snatura l'dentità del teatro, atto ad ospitare spettacoli più raccolti, ma "sia dal punto di vista luci che dal punto di vista suono - ci tiene a precisare Grignani - è uno spettacolo concepito per essere visto da seduti, tutto da godere. E che allo stesso tempo dà proprio l'idea della psichedelia, quindi molto coinvolgente". Viste le premesse, Gianluca ci saluta con un auspicio: "Speriamo di andare oltre la primavera, visto che gli organizzatori dei concerti sembrano gradire e anche la prevendita ci sta dando soddisfazione. Vedremo come andrà, però se è vero che il buongiorno di vede dal mattino...".


Notizia realizzata con la collaborazione di http://www.musicaitaliana.com
Scheda artista Tour&Concerti
Testi