John Lydon: 'Odioso chi festeggia la morte di Margaret Thatcher'

John Lydon: 'Odioso chi festeggia la morte di Margaret Thatcher'

Le immagini le abbiamo viste tutti: da Glasgow a Londra, non sono mancati i festeggiamenti in piazza per la scomparsa di Margaret Thatcher, la Lady di Ferro le cui politiche economico-sociali di impronta liberista adottate durante i suoi tre mandati - dal '79 all''80 - l'hanno resa una delle figure più popolari (e controverse) della storia recente britannica e non solo.

Se tra chi si rallegra c'è sicuramente il già frontman degli Smith Morrissey, e tra chi più pacatamente si interroga sull'eredità lasciata dalla iron Lady possiamo annoverare Billy Bragg, nella schiera dei "moderati" (per lo meno nelle reazioni) va ascritto sicuramente John Lydon, il Johnny Rotten dei Sex Pistols che, in oltre trent'anni di carriera, ha dimostrato di non aver certo paura di essere irreverente: "Non vado pazzo per i 'contro-festeggiamenti'", ha spiegato il cantante al Daily Mail, "Le sue politiche sono state orribili e derisorie per una parte della popolazione, causando gravi problemi a tutti, anche a me personalmente, quando avevo qualche anno di meno. Questo, però, non significa che mi vedrete ballare sulla sua tomba. Non sono quel genere di persona. Sono stato un suo avversario nella vità ma non lo sarò nella morte, perché non sono un codardo. Tutta la mia vita, socialmente parlando, gravita attorno alla sua epoca: è stata una bella lotta per i Sex Pistols, perché fare quello che facevamo allora era un po' come se la stessimo sfidando direttamente. E penso che sia andata bene". Lydon, in ogni caso, ha fatto sapere che non guarderà i funerali della baronessa, previsti a Londra per il prossimo 17 aprile.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.