Gianna Nannini senza filtri sul palco per il tour: 'Un concerto reality rock'

Gianna Nannini senza filtri sul palco per il tour: 'Un concerto reality rock'

Si appresta a partire l’ “Inno tour” di Gianna Nannini: dopo una data zero questa sera a Morbegno, la prima data ufficiale è fissata per il 12 a Roma.
Rockol ha incontrato la rocker senese ieri alle prove del tour, al Polo Fieristico di Morbegno. E “rocker” non è solo uno stereotipo: la Nannini ha definito lo spettacolo un “reality rock”. Una telecamera seguirà la cantante (e non è una novità, visto che di megaschermi sono pieni i concerti). Ma la seguirà sempre e comunque, anche dietro le quinte, nei cambi d’abito - e questa sì è una novità: “le telecamere le usiamo per vedere i cazzi miei", racconta lei. "Si vede quello che faccio, i miei stati d’animo. Non mi dà ansia. Siccome mi metto a nudo già sul palco con le canzoni, non vedo perché non debbo mettermi a nudo anche in camerino”, spiega, promettendo l’assenza di filtri su stati d’animo, arrabbiature comprese.
Il palco è una sorta di cattedrale rock, con quattro arcate metalliche che fanno da scenografia principale, valorizzate dal light designer Patrick Woodroofe (già al lavoro con con Rolling Stones, Lady Gaga, Dylan”): “Abbiamo fatto un investimento sulle luci per sottolineare l’emozione delle canzoni”, spiega la Nannini. Per il resto, molto rock e pochi effetti speciali per concentrarsi sulla musica: una moto che compare durante “America” e un pedana semovibile a centro scena per il finale.
Lo spettacolo parte con “Baciami qui”, brano registrato dopo la fine del lavoro su “Inno”, inedito in download gratuito per chi acquista il biglietto (“E’ un diario sulla mamma rock, nato da una session a londra con dei ragazzi che hanno lavorato anche con Adele, hanno portato un’idea che non volevo perdere”). 27 brani in scaletta, con ballad e intermezzi acustici che inframezzano il potente suono della band, diretta dal collaboratore storico Davide Tagliapietra, e formata dalle nuova entrate Milton McDonald (chitarra), Mylious Johnson (batteria) assieme a Davide Ferrario (chitarre e tastiere, già nel tour precedente) e il bassista tedesco Alex Klier (già nel tour di “Grazie”): “una band che mette insieme le differenze”. Qualche chicca in scaletta, come una cover semi acustica di “You’ve got a friend” di Carole King (“avevo voglia di farla soprattutto con questi musicisti straordinari. Carole King è uno dei miei punti fermi, assieme a Janis Joplin., ho consumato “Tapestry” e la cantavo al piano ai miei esordi. Mi sembra un pezzo nelle mie corde”) è una versione “Tom Waits style” di “Profumo”, solo voce e batteria (“l’ho visto a Firenze cantare con una batteria e basta... A una voce come la mia si addice questo tipo di arrangiamento”).
Dopo la prima, il tour - prodotto da Live Nation . continua per tutto aprile per proserguire fino a maggio (con tappa il 3 e 4 all’Arena di Verona) per poi trasferirsi in Europa: qua la lista completa delle date.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
30 mag
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.