Comunicato Stampa: Koop in concerto al Tenax

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Sabato 9 novembre 2002 - ore 23 – ingresso € 20/25
TENAX - via Pratese 46 – Firenze

N o b o d y ’ s P e r f e c t
KOOP
In concerto
+ ALEX NERI & MICHELE GALIANO - Dj set

Vengono dalla Svezia e con il loro ultimo album Waltz for Koop hanno conquistato la critica di tutto il globo: stiamo parlando ovviamente dei Koop, la formazione di Uppsala di scena sabato 9 novembre al Tenax, nell’ambito della serata Nobody’s Perfect (inizio concerto ore 22,30 – ingresso 20/25 euro).
Capitanati da Magnus Zingmark e Oscar Simonson. i Koop sono una delle punte di diamante del nuovo scenario nord-europeo (Jazzanova, Royksopp, Sigur Ros...).
Koop in svedese significa cooperazione e viene da un universo in cui lo swing si fonde con il funk, il contrabbasso con l'elettronica... dando vita ad una formula estremamente originale che intreccia jazz ed elettronica.
Il progetto KOOP nasce nel '94 a Uppsala, una cittadina universitaria a nord di Stoccolma, per mano del duo di compositori-arrangiatori-produttori Magnus Zingmark e Oscar Simonsson. Molteplici e disparate le influenze che animano il percorso musicale del gruppo: si spazia dal periodo d'oro hip hop dei Public Enemy e Boogie Down Productions alla euforia techno di Inner City e i loro cugini acid-house, fino ad arrivare a United Future Organization, Jeff Mills, Jazzanova e Timbaland, nel caso di Magnus; mentre i riferimenti musicali per Oscar sono Charlie Parker, John Coltrane, Monica Zetterlund, Clark/Boland-sextet, Miles Davis (rigorosamente pre 1967).
Il mix che ne scaturisce, partendo dalla percezione del jazz come ritmo e forma, piuttosto che mera improvvisazione senza schemi, riesce a superare sia la ripetitività della musica elettronica sia la morte preannunciata di alcuni dischi di jazz contemporanei incomprensibili per la massa degli ascoltatori.
Il loro secondo album, Waltz for KOOP, è stato unanimemente riconosciuto come l’evento discografico del 2001; frutto di una accurata miscela tra eleganza ed energia, propria della migliore produzione del Clark-Boland Sextet, sfoggia un groove accattivante riproposto anche dal vivo con un live-set che vede la presenza sul palcoscenico di ben sei musicisti tra cui l’eccezionale vocalist giapponese Yukimi Nagano.

KOOP
Magnus Zingmark (campionatori/percussioni) - Oscar Simonsson (keyboard) - Ola Bothzen (batteria) - Mattias Stahl (vibrafono) - Martin Hoper (contrabbasso) - Yukimi Nagano (voce)
Music Biz Cafe, parla Ghemon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.