Cinque anni di MP3.com: l'ex sito fuorilegge festeggia con le major

Compie cinque anni l'impresa on-line lanciata da Michael Robertson (oggi in tutt'altre faccende affaccendato), e a celebrare la ricorrenza, riposte in soffitta le armi, arrivano i presenti da parte di tutte e cinque le major discografiche: una delle quali, Vivendi Universal, del Website americano è diventata proprietaria dall'agosto dello scorso anno (vedi news).
Nata nel novembre del 1997 come avamposto on-line della musica indipendente ed autogestita, MP3.com aveva successivamente iniziato a consentire la circolazione in rete, senza autorizzazione, delle canzoni di successo protette da copyright, impegolandosi in una serie di costosissime vertenze legali con l'industria musicale e con i maggiori autori (vedi news). Dopo essere stata acquistata dalla Vivendi Universal, la società si era rifatta il maquillage riproponendosi come servizio pienamente legale destinato a sfruttare la sua “customer base” e la popolarità del marchio per aiutare la multinazionale franco-canadese a sviluppare una presenza competitiva sui nuovi scenari della musica digitale. Queste, almeno, erano le intenzioni dell'allora amministratore delegato Jean-Marie Messier, la cui “visione strategica” si è tuttavia scontrata con la concorrenza sleale esercitata dai siti peer-to-peer non autorizzati esplosi nel frattempo sulla scia di un altro pioniere della musica on-line, Napster. Ma ora la Universal ci riprova, presentando al pubblico un sito completamente ridisegnato e arricchito nelle funzioni, con nuove sezioni dedicate alle recensioni di software e hardware, alle Internet radio e, soprattutto, alla possibilità di effettuare CD-burning, e cioè di copiare la musica scaricata su CD vergini.
Il compleanno e le nuove iniziative di MP3.com vengono celebrate con una serie di promozioni che vedono tutte le major impegnate a fornire, nell'arco di una settimana, novità e rarità al servizio di distribuzione on-line. Ha cominciato lunedì (4 novembre) la Warner Music, che su MP3.com ha reso disponibile nuovi pezzi di Bjork, Craig David, Matchbox 20 e Flaming Lips oltre ad un remix inedito di “Die another day”, la canzone che Madonna ha inciso per la colonna sonora del nuovo James Bond.
Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.