Questi i nomi ed i locali da tenere d'occhio nel '99 secondo il ‘Melody Maker’

L'ultimo numero del “Melody Maker” attualmente disponibile il Italia segnala i "nomi rock" da tenere d'occhio nel '99. Già, proprio i "nomi rock", visto che secondo il settimanale inglese nel '98 "il rock è risorto". Noi non ci eravamo accorti nemmeno della morte, ma volentieri pubblichiamo i suggerimenti del rivale del “New Musical Express”.
System Of A Down (di LA, metallo tradizionale ma al gusto di hip-hop)
Cyclefly (tra Placebo e Stooges, con un cantante irlandese)
Yo-Yos (capitanati da Danny, ex Wildhearts)
Backyard Babies (svedesi, con un'immagine da Guns N'Roses "classici"; aggiungiamo noi, piacciono molto anche alla rivista “Kerrang!”, come del resto i Cyclefly)
Kodiak (quartetto schizoide di Newcastle)
Llama Farmers (appena reclutati dall'etichetta Beggars Banquet)
Kilgore (che il Maker definisce "l'alternativa più fresca").

Se poi nel corso dell'anno doveste transitare per la Gran Bretagna, il Maker generosamente fornisce pure un elenco di "one night" particolari in locali trendy. Quelle più interessanti ci paiono queste:
Basics al Mint di Harrison Street di Leeds (sabato sera, rinascita della house)
Swerve al Velvet Room di Charing Cross Road di Londra (mercoledì sera, col DJ Fabio - non un nostro connazionale, bensì un conosciuto omone di colore - che sta reinstallando il funk nella drum'n'bass)
Sub Terrain all'End in West Central Street di Londra (un sabato al mese, tech-house a palla, con Laurent Garnier ed altri artisti).
I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.