Al Jourgensen: 'Il prossimo album dei Ministry sarà l'ultimo'. I dettagli

Al Jourgensen: 'Il prossimo album dei Ministry sarà l'ultimo'. I dettagli

Che le esternazioni dell'umorale leader della storica formazione industrial di Chicago vadano prese con le pinze è cosa nota ai più, ma questa volta Al Jourgensen, già provato - negli ultimi anni - da problemi di salute che lo costrinsero ad interrompere un tour, dal morso di un ragno che gli fece rischiare l'amputazione di un braccio e - soprattutto - dalla perdita del suo amico e storico collaboratore Mike Scaccia sembra intenzionato a fare sul serio: nel corso di un'intervista concessa a Noisey, il cinquantaquattrenne cantante e polistrumentista ha annunciato il capitolo finale della carriera dei Ministry, che si concretizzerà in un ultimo album in studio ("From beer to eternity", in uscita il prossimo settembre), un'autobiografia ("Ministry: the lost gospels according to Al Jourgensen", volume di 288 pagine previsto in uscita il prossimo 9 luglio) ed un concerto finale, per il quale ancora non è stata stabilita una data.

"Mikey è stato il mio migliore amico e non possono esistere i Ministry senza di lui", ha dichiarato Jourgensen: "Le canzoni che abbiamo registrato insieme durante le sue ultime settimane di vita saranno pubblicate in suo onore. Ecco perché, appena finito il suo funerale, mi sono chiuso in studio per trasformare il materiale che avevamo registrato nel migliore e ultimo album che i Ministry possano mai avere. Io non posso portare avanti il gruppo senza Mickey, e - sinceramente - nemmeno lo voglio. Quindi sì, questo sarà l'ultimo disco del gruppo".



Contenuto non disponibile


"From beer to eternity" include undici brani che - a detto dello stesso Jourgensen - spaziano dal rock chitarristico al dub, passando per il blues di matrice stoniana e l'opera del bardo proto-beat William Burroughs, presente con un campionamento di un suo spoken di "A Thanksgiving prayer" in "Thanx but no thanx": l'ultima traccia, "Enjoy the silence", non è chiaro se sia una rilettura del classico deui Depeche Mode o un semplice caso di omonimia. Ecco la tracklist:

1. “Hail to his Majesty”
2. “Punch In The Face”
3. “PermaWar”
4. “Perfect Storm”
5. “Fairly Unbalanced”
6. “The Horror”
7. “Side FX include Mikey’s Middle Finger (T.V.4)”
8. “Lesson Unlearned”
9. “Thanx But No Thanx”
10. “Change of Luck”
11. “Enjoy The Silence”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.