'Grit', l'energico ritorno dei Madrugada

Si intitola 'Grit' il disco che segna il ritorno alla ribalta dei Madrugada, una delle più interessanti rock band norvegesi messesi in luce, nel 1999, con "Industrial silence", al quale fece seguito, due anni dopo, "Night disease": un album che segna il parziale abbandono, da parte del gruppo nordico, delle cupe atmosfere alla Nick Cave che aveva caratterizzato i lavori precedenti. "Non dico che questo sarà il nostro 'album rock'n'roll', però, in effetti, i brani sono più spediti rispetto alle nostre vecchie canzoni", ci confessa Sivert, voce dei Madrugada, che Rockol ha raggiunto telefonicamente. "'Grit' è un disco molto irruente, per certi versi, al quale è stato impresso un suono tipicamente live: nel registrarlo, infatti, abbiamo limitato all'essenziale gli espedienti da studio come overdub e effetti". Merito, forse, della collaborazione di Head, produttore di "Grit" ed attualmente al lavoro coi nostri connazionali Marlene Kuntz: "Head è una delle persone più acute che conosca", ci conferma infatti Sivert, "Lavorare con lui è stato gratificante sia dal punto di vista umano, sia da quello squisitamente musicale: forse per la prima volta, infatti, siamo entrati in studio con le idee ben chiare sul da farsi, e Head è stato bravissimo nel catturare immediatamente le nostre intenzioni". L'impatto live di questa nuova fatica discografica dei Madrugada può essere stato suggerito dal lungo tour che ha visto protagonista la band nordica in questo ultimo anno: "Prima di entrare in studio abbiamo suonato molto dal vivo, soprattutto in Germania e Olanda, prima di esibirci presso alcuni festival estivi in Europa. L'anno scorso abbiamo suonato persino in Svizzera, ma non in Italia: ma nel vostro paese, quasi sicuramente, riusciremo a venire nella prima metà del prossimo anno". Certo, adesso le cose devono essere molto più semplici, dato il gran numero di rockband "provenienti dal freddo": "Penso che i paesi del nordeuropa, la Svezia in primis ma anche la Norvegia, abbiano sempre offerto degli ottimi gruppi rock. Negli ultimi anni, poi, band come gli International Noise Conspiracy e Hives hanno conquistato l'attenzione del mondo intero: questo da un lato mi fa piacere, perché le band che ti ho citato mi piacciono molto, ma dall'altro mi lascia un po' scettico, dato che la stampa internazionale ha iniziato solo ora a considerare credibile la scena rock nordica, che è invece attiva da decenni". Ma col successo, si sa, arrivano anche le grane. Una di queste, ad esempio, potrebbe essere la pirateria musicale: "Grit", infatti, è stato pubblicato sul nuovo supporto digitale antipirateria, che ne impedisce la masterizzazione "casalinga". Tutto il mondo è paese, quindi? Anche in Norvegia la "copia" sta diventando un problema? "In linea teorica la pirateria musicale è ovviamente una piaga. Occorre però fare delle distinzioni", precisa Sivert: "Oggi come oggi, non penso che i provvedimenti presi dalle grandi case discografiche possano rappresentare una vera soluzione. Mi riferisco ad Internet, in particolar modo: davvero non capisco tutto questo accanimento contro i siti di file sharing. Certo, forse per artisti che puntano maggiormente sulle vendite dei singoli, come Britney Spears, i download illegali sono effettivamente un problema, ma non penso che band come la nostra possano essere minacciate dai 'pirati'".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.