Dave Grohl: 'I talent omologano invece di incoraggiare a essere se stessi'

Dave Grohl: 'I talent omologano invece di incoraggiare a essere se stessi'

Dave Grohl l'ha ribadito ancora una volta: la personalità è una questione fondamentale per chiunque faccia musica, decisamente ancor più di tecnica e professionalità. Il leader dei Foo Fighters, che già qualche tempo fa aveva ammesso di essere più attratto dalle imperfette peculiarità di un artista piuttosto che da un'esecuzione tecnicamente impeccabile, ha espresso il suo (deciso) disappunto nei confronti dei talent show e dei loro canoni di giudizio, troppo severi: "Penso che le persone debbano essere incoraggiate ad essere se stesse. Per questo do di matto quando vedo i concorrenti dei talent giudicati così severamente da dei fottuti musicisti che a mala pena suonano uno strumento nei loro dannatissimi album. E' una cosa che mi manda in bestia".

Il problema fondamentale risiederebbe nel tentativo di omologazione dei talenti effettuato dai giudici di questo tipo di programmi televisivi: "Così alla fine tutti sembrano Christina Aguilera. La prossima volta che uno vi dice che non siete dei bravi cantanti rispondete 'vaffanculo'. Una volta ho intervistato Neil Young e mi ha detto che qualcuno nella sua band una volta gli disse 'questo gruppo è davvero grande, ma tu davvero non dovresti essere il cantante'. Se Neil Young avesse dato retta a questa persona non avremmo mai avuto un Neil Young".

Grohl ha detto la sua parlando sia dall'alto del celebrato polistrumentista che è, sia da padre: "Giuro su Dio che se mia figlia salisse mai su un palco e qualche fottuto milionario la guardasse in faccia dicendole 'No, mi dispiace, non vali niente' li strangolerei tutti. Ma chi cazzo siete voi per decidere cosa è va bene e cosa no?".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.