Comunicato Stampa: Layo & Bushwacka al Tenax

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


TENAX
firenze

giovedì 31 ottobre 2002 - ore 23 – ingresso € 20/25
TENAX - via Pratese 46 – Firenze
Halloween!
da Londra
LAYO & BUSHWACKA
Dj set

Ancora grandi ospiti per le notti Tenax.
Protagonisti della Halloween Nite di giovedì 31 ottobre saranno infatti Layo & Bushwacka, la coppia di Dj/producer/promoter più “illuminata” del nightlife europeo (e non solo). Layo & Bushwacka hanno ridefinito i confini della musica da dancefloor più raffinata, riuscendo a disegnare (forse meglio di chiunque altro) i tratti di quel terribile congegno che è la tech-house, piattaforma su cui poter inserire citazioni jazz, ambient, electro, downbeat e quant’altro.
A mettere in contatto i due è stato Mr. C, personaggio chiave della scena dance inglese più sapida e battagliera: molti lo ricorderanno come rapper degli Shamen, ma in realtà il suo vero ruolo è da anni quello di instancabile dj e agitatore culturale di serate scintillanti così come di feroci rave illegali. E’ proprio in quest’ultima veste che ancora una decina di anni fa ha conosciuto il giovane Bushwacka, membro all’epoca del collettivo Dj Ratapack – una posse in grado di organizzare rave assolutamente fenomenali nella zona di Londra Nord. Arriva subito l’invito di Mr. C a Bushwacka di cominciare a lavorare insieme in studio, studio a dir poco cruciale da cui passeranno negli anni nomi come Derrick Carter, Stacey Pullen, Juan Atkins. Bushwacka, contando su questi insegnamenti e sul suo innato talento, dà presto vita a rispettate etichette underground come Plank e Oblong, firmando diversi lavori sotto svariati pseudonimi (Makesome Breaksome, Plantastic).
Ma la vera scintilla scossa incontrando Layo: se Bushwacka è il genio da studio di registrazione, Layo è night clubber dalla sensibilità eccezionale. Organizzatore di eventi (vari warehouse party, ma anche la serata Too Much Music), Layo completa a perfezione il lavoro di Bushwacka, sintonia musicale e umana perfetta. Arrivano i primi singoli (Split Personality, Nightstalkin’) ed il successo è immediato – basta vedere il curriculum successivo del duo, dalle partecipazioni a Creamfields fino ai remix per i Depeche Mode, con un doppio coronamento: l’lp Low Life e, parallelamente, la creazione del loro personale superclub, il londinese The End, ancor’oggi uno dei più prestigiosi club d’Europa.

In questi ultimi due anni, la fama di Layo & Bushwacka travalica i confini, ormai troppo stretti, della club culture: musicisti rispettati a tutto tondo, trionfano definitivamente con l’uscita del secondo lp, Nightworks (etichetta XL, la stessa di Prodigy, Basement Jaxx…). In mezzo a molte perle (Shining Through, Let The Good Times Roll), svetta Love Story (costruita su un sample di Mongoloid dei Devo e rifinita con schegge vocali di Nina Simone). Per farvi capire meglio la portata di questo brano, basta dire che prende il titolo dall’autentica forma di amore e devozione che i clubbers di tutto il mondo hanno riversato su questa traccia quando ancora era una white label senza titolo. Un esempio? Nei più rinomati club di Buenos Aires, dove Layo & Bushwacka sono spesso ospiti, la gente appena sente le prime note di basso smette di ballare, si siede e scoppia in una lunga ovazione, in segno di assoluto rispetto verso il pezzo e i suoi autori…
Non sono cose da tutti i giorni, no? Ma due “pesi massimi” come loro forse non si stupiscono più di tanto…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.